COMUNICATI STAMPA

30.03.2011 ore 17:46
Trasporti: Luciano, intollerabile posizione di ASSTRA e ANAV, lavoratori costretti allo sciopero

Venerdì 1 aprile oltre 220mila lavoratori della mobilità, ferrovieri, autoferrotranvieri e servizi appaltati, sciopereranno per rivendicare il rinnovo del contratto di lavoro fermo all'1 gennaio 2009. Una situazione così difficile che ha mosso i tre Segretari Generali di Fit-Cisl, Filt-Cgil e Uiltrasporti, rispettivamente Giovanni Luciano, Franco Nasso e Giuseppe Caronia, ad inviare una lettera al presidente della Conferenza Stato Regioni Vasco Errani. È quanto ricorda in una nota il Segretario Generale della Fit-Cisl Giovanni Luciano.

La preconcetta chiusura ostinatamente espressa dall'ASSTRA è stata ribadita - ricorda Luciano - anche nel corso della riunione di ieri, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il presidente di ASSTRA, anche a nome di ANAV - si legge nella lettera firmata dai tre Segretari Generali - ha ribadito ancora una volta la contrarietà assoluta a procedere per il rinnovo contrattuale degli autoferrotranvieri a causa del comportamento delle Regioni. Queste, ha sostenuto il presidente di ASSTRA, non avrebbero rispettato le indicazioni previste nella legge 244/2008 circa il trasferimento dei fondi provenienti dalla accise sul gasolio da autotrazione verso le aziende del trasporto pubblico locale.

Nonostante quindi il grande sforzo compiuto dalle Regioni - sostengono nella lettera Luciano, Nasso e Caronia - per recuperare le risorse per il settore e nonostante lo slittamento delle gare a settembre 2011, il comportamento delle Regioni sarebbe, secondo il presidente di ASSTRA, tuttora la causa dell'impossibilità per il normale rinnovo del contratto di lavoro degli addetti del settore. Per il mantenimento del potere di acquisto dei salari.

I tre segretari generali di Fit-Cisl, Filt-Cgil e Uiltrasporti ribadiscono, nella missiva al presidente della Conferenza Stato Regioni Vasco Errani, la richiesta di un incontro urgente, peraltro già avanzata nelle scorse settimane, in modo da chiarire tutti gli aspetti di questa vertenza che deve essere risolta al più presto.

Ritengo intollerabile - sottolinea il Segretario Generale della Fit-Cisl Giovanni Luciano - la posizione di ASSTRA e ANAV che nega di fatto il rinnovo del contratto agli autoferrotranvieri, bloccando al tempo stesso quello dei ferrovieri, nonostante l'apprezzabile sforzo compiuto dal Governo e dalle Regioni per dotare il trasporto pubblico su ferro e su gomma delle risorse necessarie ad un suo corretto funzionamento, con dichiarazioni palesemente pretestuose ed un ostracismo che ha superato i limiti di una normale dialettica industriale.

Decine di migliaia di lavoratori - conclude il Segretario Generale della Fit-Cisl Giovanni Luciano - sono costretti a scioperare e dovranno rinunciare venerdì al proprio salario, mentre milioni di italiani subiranno disagi a causa di una impostazione di incomprensibile chiusura e rigidità mantenuta da ASSTRA e ANAV, che jhanno ottenuto da Governo risorse economiche e mantenimento del monopolio.

Sacrica la "Lettera al presidente della Conferenza Stato Regioni Vasco Errani"