Archivio Comunicati stampa

21.06.2019 ore 11:28
Ufficio Stampa
Porto Cagliari, Diamante: Mit convochi anche i sindacati

"Fonti informali ci hanno comunicato che all'incontro del 26 giugno al Ministero dei Trasporti per il porto di Cagliari la presenza dei sindacati non è prevista. Ci sembra un'assurdità non coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori quando si parla del futuro dei lavoratori stessi", così dichiara Maurizio Diamante, Segretario nazionale della Fit-Cisl.

"Sono a rischio 210 posti di lavoro - prosegue Diamante - e finora il Ministero si è voltato dall'altra parte. Dopo le nostre numerose richieste e le proteste dei lavoratori, finalmente il dicastero si attiva ma fa le cose a metà. Non capiamo che soluzioni pensa di trovare in questo modo. Per questo motivo il 26 saremo presenti insieme ai portuali cagliaritani in presidio davanti al Mit.

Ricordiamo che non è solo il porto di Cagliari ad essere in crisi ma tutto il sistema portuale italiano, perché manca una visione di insieme, un piano di sviluppo del Governo. Per questa ragione abbiamo indetto un primo sciopero nazionale lo scorso 23 maggio. Ora la vertenza dei porti confluirà in quella più grande di tutti i trasporti, che sarà presentata il 26 giugno a Roma dagli Esecutivi Unitari di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, in modo da spingere verso una soluzione rapida alle numerose criticità del settore, quindi anche a quelle dei porti".