Archivio comunicati

24.04.2013
Approvato Regolamento Europeo dei servizi di handling
Comunicato

Nella giornata del 16 Aprile 2013 il Parlamento Europeo ha approvato in prima lettura la proposta di Regolamento per i servizi di handling aeroportuale di cui, come noto, era stata pubblicata, da parte della Commissione Europea dei Trasporti nel dicembre 2011, una bozza di revisione della direttiva 67/96 riguardante per l'appunto l'ulteriore liberalizzazione del mercato dei servizi di groundhandling. In tutto questo periodo le varie istituzioni europee hanno esaminato la proposta e fra queste, il sindacato europeo ETF che ha fortemente contestato e manifestato a favore di proposte di miglioramento, specialmente dal punto di vista sociale.
Anche se in sede di approvazione parlamentare sono stati fatti grossi passi in avanti, siamo ancora distanti da una condizione soddisfacente, vedi l'ulteriore apertura alla concorrenza nel mercato per almeno un terzo handler negli aeroporti con più di quindici milioni di passeggeri annui.
Siamo soddisfatti perché l'articolo riguardante l'applicazione della clausola sociale per il passaggio del personale da un'azienda ad un'altra, in caso di perdita totale o parziale di attività, è stato inserito grazie anche ai numerosi incontri di dialogo sociale, manifestazioni e lobby con il mondo politico, e comunque, al momento tale norma, è resa obbligatoria solo per i cosiddetti servizi essenziali (bagaglio, rampa, merci e rifornimento carburante). E' cosa certa che il sindacato continuerà a fare tutto il possibile, durante questo iter di approvazione, per farla applicare per tutti i servizi di handling.
Siamo convinti che, la vera vittoria sindacale è stata e sarà l'ottenimento dell' applicazione del contratto nazionale di lavoro più rappresentativo a tutte le società che svolgono attività di handling, così da porre rimedio anche agli effetti delle sentenze del TAR che in questi anni in Italia hanno consentito continue applicazioni di ogni tipo di contratto di lavoro, ottenendo una selvaggia situazione contrattuale fra i lavoratori e di conseguenza una concorrenza sleale. L'applicazione di un contratto unico, tra l'altro, darà maggiore spinta ed importanza all'attuale discussione in corso con le Associazioni del settore per il rinnovo del contratto unico del trasporto aereo.
L'iter di approvazione del Regolamento vedrà, nelle prossime settimane, riunire il comitato del dialogo a tre, ossia, Parlamento, Consiglio e Commissione Europea per l'esame dell'approvazione stessa, al fine di trovare un compromesso in vista della seconda lettura.
In questa fase ETF continuerà a lottare per l'implementazione di altre norme sociali, ed inoltre per sottolineare quale importanza rivestono i lavoratori di questo settore che, con il loro lavoro, permettono a 800 milioni di passeggeri di viaggiare ogni anno nell'Unione Europea.
Roma, 17 aprile 2013
Luigi Mansi
FIT-CISL
Attività Internazionali

IL TUO CONTRATTO