Archivio comunicati

27.11.2013
Alitalia Maintenance Systems
Comunicato

Comunicato ai Lavoratori

In data 21 novembre 2013, si è svolto il primo incontro tra la "nuova" dirigenza di Alitalia Maintenance Systems e le OO.SS nel corso del quale, oltre alla presentazione ufficiale dell' A.D. Giorgio Pietra, sono stati illustrati alcuni aspetti legali inerenti al concordato preventivo in cui l'Azienda è coinvolta, e altri aspetti organizzativi.

Il nuovo A.D., ha sottolineato il fatto di aver accettato l'incarico in AMS, pur considerando le condizioni aziendali molto difficili, in quanto crede nelle enormi potenzialità di questa Azienda mostrando un cauto ottimismo per uscire, in tempi relativamente brevi, dalla situazione attuale.

Ha inoltre evidenziato, come sia fondamentale aumentare rapidamente i volumi di attività attraverso l'acquisizione di commesse terze e una razionalizzazione dei costi.

Tali correttivi, si rendono necessari al fine di arrivare ad un piano industriale credibile, che dia garanzie necessarie a far uscire l'azienda dal concordato e avviare una fase di rilancio.

Prendendo atto dei numerosi progetti di cui AMS sta lavorando da tempo, ha dichiarato di voler entrare immediatamente nel merito per capire quali di essi possano essere trasformati in reali contratti (vedi Forze Armate, Aeroderivati ecc).

Le OO.SS., hanno apprezzato l'approccio propositivo del nuovo A.D. ribadendo con forza le numerose criticità più volte espresse in passato che, ignorate, hanno portato a numerosi errori da parte del vecchio management.

A tal fine è stata espressa la necessità di una discontinuità rispetto al passato e un conseguente riassetto organizzativo, perché sia più funzionale vista l'importanza dei nuovi progetti e anche perchè, come da lui sottolineato, non ci si può più permettere di sbagliare.

L'A.D. ha preso atto delle dichiarazioni sindacali concordando sulla necessità di una riorganizzazione adatta alle esigenze aziendali, per il resto, verificherà nei prossimi giorni le ulteriori criticità avanzate dalle scriventi che si aspettano un piano industriale serio e che abbia una prospettiva garantendo occupazione e salario.

Ciò premesso, vista la fase critica aziendale, è necessario quotidianamente mettere in campo tutte le azioni per raggiungere l'obiettivo. Al tal fine, le scriventi richiedono un coinvolgimento costante per dare un utile contributo alla soluzione della vicenda AMS vigilando attentamente perché in futuro non si ripeta lo status vissuto e che ancora vivono i lavoratori tutti.

Fiumicino, 27 novembre 2013

Segr. RSA Alitalia Maintenance Systems

Filt CGIL - Fit CISL - UIL Trasporti - UGL Trasporto Aereo

IL TUO CONTRATTO