Archivio documenti

16.09.2010
Convegno FIT CISL 16 settembre sul Trasporto Aereo
Documento

GRANDE SUCCESSO DEL CONVEGNO CISL SUL TRASPORTO AEREO

Nella prestigiosa cornice della Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma, si è svolto il 16 Settembre 2010 il Convegno: "TRASPORTO AEREO - REGOLE SVILUPPO LAVORO e PARTECIPAZIONE", organizzato dalla CISL e dalla FIT per fornire risposte organiche alle croniche criticità dell'Aviazione Civile Italiana.

All'iniziativa, che ha ottenuto una notevole copertura mediatica da parte dei maggiori Organi di Informazione, erano presenti numerosi esponenti di spicco del mondo Politico, Industriale ed Istituzionale, oltre alle massime cariche sindacali della nostra Organizzazione.

Al dibattito, introdotto dal Segretario Generale della FIT CISL Claudio Claudiani, hanno partecipato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il Ministro dei Trasporti Altero Matteoli ed i vertici di ENAV, ENAC, Assaereo e Assaeroporti. L'opposizione era rappresentata dal Vice Segretario del PD Enrico Letta. Per Alitalia è intervenuto l'A.D. Rocco Sabelli.

Nella sua relazione, il Segretario della FIT, dopo un'accurata disamina delle problematiche del Trasporto Aereo, ha fornito alcune proposte concrete per rilanciare questo settore determinate per lo sviluppo economico del Paese che rischia, senza adeguati interventi di sistema, di non trovare la strada del rilancio. Negli ultimi anni infatti, mentre negli altri grandi Paesi Europei i principali Vettori hanno beneficiato di oculate politiche volte ad incentivarne lo sviluppo, in Italia non si è mai affrontato in maniera organica il problema, ed i vari Governi si sono limitati a gestire le crisi ricorrenti con interventi a pioggia, lasciando le Compagnie a competere in un mercato privo di regole di cui hanno beneficiato solo le low cost ed i grandi vettori europei. La stessa vicenda Alitalia, con le forti implicazioni sociali ad essa correlate, ha dimostrato l'urgenza di procedere ad un profondo riassetto dell'intero comparto. Pertanto la FIT CISL propone con decisione al Governo, alle Istituzioni, alle Parti Sociali ed al mondo imprenditoriale di riprendere il confronto al fine di:

Razionalizzare il Sistema Aeroportuale, riparametrando le tariffe per stimolare lo sviluppo delle infrastrutture.

Regolamentare adeguatamente l'attività delle società di servizi aeroportuali (handling, catering, ecc.), unificando i contratti di lavoro.

Rivedere le obsolete regole dell'Antithrust per consentire ai Vettori Nazionali di percorrere processi di integrazione e sinergia industriale, per contrastare con maggiore efficacia la concorrenza e disporre di risorse per recuperare quote sui mercati intercontinentali.

Trasformare ENAC in un'Authority di stampo anglo-sassone, con risorse adeguate e reale potere regolatorio e sanzionatorio.

Introdurre Contratti Nazionali per PNT e PNC, che prevedano un livello minimo di tutele sociali, previdenziali, economiche e normative per tutto il Personale Navigante impiegato presso operatori basati sul territorio nazionale.

Attuare misure specifiche per la riqualificazione del PNT in CIGS, per non dissipare un prezioso patrimonio di professionalità ed esperienza e scongiurare fenomeni di dumping sociale e di concorrenza sleale tra i vettori.

Tutti i partecipanti al dibattito hanno riconosciuto la fondatezza delle nostre argomentazioni ed hanno contribuito ad analizzare nel dettaglio le varie criticità, ringraziando la CISL per aver colto l'urgenza di intervenire organicamente sui problemi del Trasporto Aereo, riunendo intorno ad uno stesso tavolo tutti gli stakeholders del settore. Lo stesso On. Gianni Letta, a nome del Governo, ha espresso il proprio compiacimento per l'iniziativa, manifestando l'interesse di Palazzo Chigi a farsi promotore di successivi momenti di confronto istituzionale.

I contenuti degli interventi che si sono succeduti nel corso della tavola rotonda, che ha visto come moderatrice la giornalista del Corriere della Sera Antonella Baccaro, sono stati ampiamente riportati dai maggiori Organi di Informazione. (In allegato un'ampia sintesi degli articoli pubblicati dalle varie testate).

Di particolare rilievo le dichiarazione dell'Ing. Rocco Sabelli, A.D. di Alitalia CAI, che ha confermato i notevoli progressi compiuti dalla Compagnia, che nel corso del prossimo anno introdurrà in flotta 15 nuovi a/m e proseguirà con l'espansione del network di Lungo Raggio attraverso l'apertura di nuovi collegamenti con il Brasile (Rio de Janeiro) e la Cina (Pechino o Shanghai). Previsto anche un potenziamento della Price Leader, che aprirà una nuova base nel Sud Italia.

Il Convegno si è chiuso con l'intervento del Segretario Generale della CISL Raffaele Bonanni che ha confermato l'impegno della nostra Organizzazione per rilanciare l'Aviazione Civile Nazionale e non vanificare i sacrifici dei lavoratori. Lo sviluppo del traffico previsto nei prossimi anni, che porterà al raddoppio dei passeggeri in transito negli aeroporti italiani entro il 2020, impone infatti un profondo riassetto del settore, di cui un pilastro fondamentale dovrà essere la tutela sociale, economica, previdenziale e normativa di tutte le professionalità che operano nel complesso mondo del Trasporto Aereo.

La struttura FIT CISL Piloti, che ha svolto un ruolo determinante per la realizzazione del Convegno, esprime soddisfazione per il grande successo dell'iniziativa, e proseguirà la propria mobilitazione a tutti i livelli per la realizzazione degli obiettivi più importanti per tutti i Piloti Italiani, come il Contratto Nazionale e la riqualificazione dei Colleghi in CIGS.

Per quanto attiene alle dichiarazioni dell'Ing. Sabelli, prendiamo atto delle incoraggianti prospettive di Alitalia per il prossimo anno, che vedrà un cospicuo incremento della flotta e del network con conseguente rientro di decine di Piloti dalla Cassa Integrazione. Positiva anche la volontà espressa dall'A.D. di contribuire all'introduzione di un Contratto Nazionale di Categoria basato su quello CAI. Solo con una base economica e normativa comune, applicata a tutti i Piloti basati in Italia, sarà infatti possibile garantire la tutela dei diritti del PNT e la corretta competizione industriale tra i Vettori.

La dimostrazione che, grazie anche ai pesanti sacrifici dei Piloti, la nuova Compagnia sta finalmente imboccando la strada del rilancio, conferma la bontà della nostra politica sindacale e l'ineluttabilità delle scelte da noi effettuate fino a questo momento. Con la stessa determinazione e coerenza con cui abbiamo affrontato la delicata fase dell'emergenza, proseguiremo quindi nel nostro costante lavoro di progressivo recupero dello status che compete alla nostra professionalità, confortati dal crescente consenso dei Colleghi che vedono nelle Rappresentanze FIT CISL Piloti un importante punto di riferimento sindacale.

Nei prossimi giorni riprenderanno le riunioni con Alitalia sulle principali tematiche che riguardano il PNT (Turnazioni e fatica operazionale, ferie, sistema multibase, Corso Comando, rientri da CIGS, stesura contrattuale City Liner e sviluppo organici Regional, FDM, problematiche CAI 1, CAI 2 e Price Leader, valorizzazione F/O, ecc.).

Saranno quindi molteplici le occasioni di confronto con la Compagnia che andranno sfruttate adeguatamente per migliorare la qualità della vita e le prospettive di crescita professionale dei Piloti in attività e facilitare le possibilità di rientro nel ciclo produttivo dei Colleghi in CIGS.


FIT CISL Piloti

Comunicazione