Archivio documenti

12.01.2011
Risposta alla Comunicazione “Settimana della produzione n.1”
Comunicato

Roma, 12 Gennaio 2011

Spett.le Alitalia S.p.A.

Alla c.a. Ing. Giancarlo Schisano


E p.c. Amministratore Delegato Ing. Rocco Sabelli

E p.c. Dott. Giovanni Di Stefano


Oggetto: Comunicazione "Settimana della produzione n.1"


Abbiamo preso visione, con forte stupore, di alcuni passaggi contenuti nella Vostra comunicazione di cui all'oggetto, inviata a tutto il PNT del Gruppo Alitalia nella tarda serata di ieri.


In particolare intendiamo stigmatizzare l'infondato ed inaccettabile assioma contenuto nelle Vostre generiche illazioni, circa la non veridicità degli stati di malattia reale dei colleghi in morbilità nell'ultima settimana del 2010.


Le scriventi Organizzazioni Sindacali, rappresentative di tutto il PNT del Gruppo, hanno da sempre sostenuto ed incoraggiato comportamenti corretti tra i Piloti, scoraggiando e dissociandosi da differenti atteggiamenti, che peraltro non ci risultano mai accaduti.


Riteniamo quindi profondamente scorretto, al limite dell'irrispettoso, tacciare di fraudolento comportamento un'intera categoria professionale che ha dimostrato, e quotidianamente dimostra, livelli di impegno e di competenza enormemente superiori a quanto previsto dagli accordi contrattuali, e grazie ai sacrifici della quale, Alitalia è riuscita a ripartire e continua ad operare da circa due anni in pesante condizione di sottodimensionamento degli organici e di criticità operativa.


Riteniamo di conseguenza assolutamente inaccettabile che Alitalia possa anche solo realmente pensare in questi termini dei propri Piloti, e ci pare del tutto fuori luogo l'aver inserito una tale affermazione all'interno di in una comunicazione ufficiale inviata a tutto il Personale Navigante.


Per il futuro,inoltre, ci permettiamo di suggerire un miglior impiego del, presumiamo scarso e quindi prezioso, tempo a disposizione, per affrontare insieme, e finalmente risolvere, le gravi criticità che affliggono da tempo tutti i Piloti del Gruppo Alitalia, nelle aree del corretto dimensionamento degli organici, della turnazione, della mancata erogazione di circa 15.000 giornate di ferie, della non più sostenibile gestione delle basi periferiche, dell'abuso contrattuale costituito dai turni "estendibili", dall'incomprensibile sottoimpiego dei colleghi Cityliner e delle preoccupanti lacune nelle aree Addestramento e Sicurezza Volo.


Auspichiamo quindi un deciso, repentino e radicale cambio di approccio nei confronti delle istanze del PNT del Gruppo, che consenta di riprendere una proficua collaborazione in assenza della quale, inevitabilmente, risulterebbe estremamente difficile raggiungere i comuni obiettivi.


DIPARTIMENTI PILOTI

FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI UGL TRASPORTI
D.Baratti A.Cenci I.Viglietti T.Muscolo