Archivio documenti

08.03.2012
IVU: LE MENZOGNE
Volantino
Documento

Non bastava mentire sul fatto che IVU funziona perfettamente, adesso sostengono anche che:

  • Hanno l'accordo delle OOSS Territoriali sui turni…… non accorgendosi che in diverse Regioni d'Italia nelle ultime settimane sono state aperte le procedure di raffreddamento per le violazioni contrattuali prodotte dal sistema.

  • Le denunce sindacali sono infondate perché solo una mamma è rimasta fuori turno….. invece i casi di lavoratrici madri/lavoratori padri con riduzioni d'orario senza assegnazione di un turno che consenta di conciliare tempi di vita e tempi di lavoro sono numerosi in tutta Italia e per questo sono stati denunciati ai CPO Nazionale e Territoriali.......nella speranza che non venga in mente a nessuno di condizionare il giudizio e la loro posizione con incaute ed ingiustificabili pressioni.

  • Le centinaia di soppressioni che subiscono tutti i giorni sono dovute a guasti materiale…… mentre è proprio per la mancanza di personale di bordo a seguito degli errori nei turni che i treni non partono e i pendolari pagano il prezzo dei guasti del sistema.

  • Le cancellazioni dei treni sono dovute al colpevole aumento dell'assenteismo dei capi treno …. tentano di scaricare ritardi e annullamenti dei servizi sulle spalle dei lavoratori invece che sulle proprie inefficienze e dimenticano di dire che, nonostante abbiano un numero di trasfertisti in alcuni territori superiore al numero degli assenti, i treni vengono soppressi lo stesso.

  • I turni non girano per l'ostruzionismo delle distribuzioni….. così giustificano gli atti unilaterali di chiusura degli impianti incolpando i CPV dei difetti del sistema. In realtà sono costretti a rimandare i "funzionanti" ai treni perché il personale di bordo non è sufficiente a coprire i fabbisogni dei turni.

  • Il sistema genera notevoli recuperi rispetto ai turni tradizionali perché i turnisti erano collusi col sindacato….. intanto oggi devono ammettere che senza i "vecchi" turnisti non sono in grado di correggere gli errori prodotti da IVU.

  • A seguito dell'attivazione di IVU i risparmi sono tali che non sarà più necessario assumere personale di bordo, e nemmeno convertire i manovratori in eccedenza a capo treno….. tacendo il fatto che gli intervalli lavorati sono aumentati in modo esponenziale e che le spese per taxi, alberghi e trasferte hanno raggiunto livelli inquietanti.

Egregio Amministratore Delegato di Trenitalia: Chi paga il conto?

Insomma, tra una menzogna e una falsità decidono di partire con IVU anche con il Personale di Macchina iniziando da Campania, Puglia e Marche, senza il rispetto dell'accordo del 20 maggio 2011……….Auguri!

Naturalmente ci racconteranno che funziona tutto ma i treni si fermano per assenteismo dei lavoratori, ostruzionismo dei quadri, strumentalizzazioni dei sindacalisti…. una storia già vista.

Roma, 8 marzo 2012