Archivio documenti

16.10.2014
Trenitalia: incontro di verifica degli accordi del 16.6 e 31.7
Documento

Si è svolto nella giornata del 15 ottobre l'incontro con Trenitalia sulla verifica degli accordi del 16 giugno e del 31 luglio. Trenitalia ha comunicato che l'implementazione delle nuove regole inserite nel sistema IVU è stata progettata in tre fasi precisando che la prima e la seconda sono state già state attivate.

Lo Step 1, con data di attivazione 14 settembre, ha visto avviare le norme sul controllo del numero e della sequenza delle mattine con inizio del lavoro prima delle 6.00, sull'ulteriore controllo sul numero dei riposi fuori residenza che, oltre a rispettare il limite contrattuale nel mese solare, deve anche rispettare lo stesso limite nei trenta giorni antecedenti la data di attivazione del turno e, per il Pdb del trasporto regionale, il solo controllo nelle linee base "pairing" del limite massimo del 40% dei servizi "saturi" superiori alle 8.45 ore.

Con lo Step 2, data di attivazione 16 novembre, sono stati implementati il controllo dei due servizi massimi mese RFR con riposo inferiori a sette ore; la valorizzazione dei nuovi tempi di regresso con la rimodulazione degli allacciamenti che superano i previsti limiti di condotta; l'attivazione di un ulteriore controllo nelle conteggio delle sequenze sulle alzate presto consecutive conteggiando come tale anche il rientro da RFR quando la partenza avviene delle 6.00.

L'ultimo Step sarà definito con il cambio turno di dicembre e vedrà l'attivazione del controllo sulla ripetitività dei servizi; il controllo completo sui roster della distribuzione dei servizi "saturi" per il Pdb del trasporto regionale nonchè la visibilità sul web client della quota giornaliera di ferie fruibili e la visibilità sul tablet delle interruzioni di condotta continuativa dovuta al cambio banco.

Trenitalia ci ha comunicato, altresì, che con il cedolino di dicembre verrà liquidata la condotta continuativa relativa al mese di novembre calcolata secondo l'accordo. Gli arretrati, dal mese di agosto al mese di ottobre, dovrebbero essere liquidati con la busta paga di gennaio. In merito a quest'ultima scadenza e agli impegni precisi sull'implementazione del sistema resta da definire, a breve, il verbale di incontro a seguito di ulteriori approfondimenti interni richiesti da parte aziendale. Abbiamo, altresì, convenuto che qualora, nonostante l'attivazione delle norme, alcuni turni dovessero presentare degli errori, questi dovranno essere corretti in gestione su semplice richiesta del personale interessato. Come pure, abbiamo chiesto che al personale sia reso visibile il contatore individuale dei riposi settimanali fruiti.

In allegato i documenti originali.