Archivio documenti

16.09.2020
Interlocking Building di RFI Definita la microstruttura
Comunicato

Nel pomeriggio di ieri in modalità videoconferenza è proseguito il confronto con la società RFI per la definizione della microstruttura di Interlocking Building, la struttura di Direzione Produzione che ha la missione di internalizzare l'attività di progettazione e costruzione degli Apparati Centrali Computerizzati (ACC e ACC-M) per la gestione della circolazione dei treni.

Al termine della riunione è stato sottoscritto un accordo con cui sono state determinate le posizioni e i rispettivi livelli di inquadramento all'interno delle diverse articolazioni della struttura. Per le strutture di livello centrale oltre alle figure dei responsabili e a quelle delle diverse specializzazioni tutte di livello Quadri sono state individuate ulteriori posizioni di supporto di livello A, in ambito AMIS e Pianificazione e Logistica, e di livello B per quelle di Soggetto Terzo, Sicurezza e Gestione Internalizzazione ACC/ACC-M. A livello territoriale in entrambe le due Aree, Nord e Centro Sud, in cui è suddivisa la struttura, è prevista una struttura di Programmazione e Controllo composta da un responsabile di livello Q1 e di due supporti uno di livello A e uno di Specialista Tecnico Amministrativo di livello B.

A Capo delle strutture di Realizzazione ACC/ACC-M, presenti in tutte le realtà territoriali corrispondenti alle 15 Direzioni Territoriali Produzione, è previsto un responsabile di livello Q1 mentre per le due dipendenti articolazioni di Progettazione Costruttiva e Verifica della Progettazione e dell'Istallazione la composizione prevede uno Specialista di livello Q2 e 2 Capi Tecnici, livello B, di supporto. Per i Nuclei Installatori è stato definito un modello minimo di addetti, presente in ciascuna delle strutture di Realizzazione ACC/ACC-M, composto da 4 lavoratori, di cui 2 Capi Tecnici e 2 Operatori Specializzati della Manutenzione Infrastrutture, mentre la squadra di lavoro minima è individuata in 1 CT e 1 OSMI. Per le esigenze di ogni realtà sono previsti, a livello territoriale, specifici incontri in cui sarà definito il numero di risorse da implementare, a tale modello minimo, in base al numero e alla complessità degli apparati da costruire. Nell'ambito della stessa fase relazionale sarà definito anche l'articolazione dell'orario di lavoro, considerando che per il suddetto Personale si applicano le stesse regole, per quanto concerne l'orario di lavoro, del Personale della Manutenzione Infrastrutture.

Il personale della nuova struttura di Interlocking Building proveniente da Costruzione Impianti delle DTP manterrà la stessa sede di lavoro e l'orario di lavoro vigente.

La Società, inoltre, ha confermato che per le esigenze di produzione saranno immesse ulteriori 70 risorse che prioritariamente saranno individuate, a seguito di manifestazione di interesse a trasferirsi, tra quelle già presenti in RFI con riequilibrio verso le DTP cedenti, e da mercato del lavoro per le rimanenti necessità.

Infine, è stata prevista una fase di verifica dell'accordo da tenersi a valle degli incontri territoriali.

Roma, 16 settembre 2020

Le Segreterie Nazionali