Archivio documenti

22.03.2021
Rfi: incontro con la Direzione Produzione
Comunicato

Nella giornata odierna si è svolto l'incontro tra le Segreterie Nazionali e la Direzione Produzione di Rfi convocato per proseguire il confronto sulla Manutenzione Infrastruttura a seguito della proclamazione di sciopero per il prossimo 9 aprile 2021.

Dopo le presentazioni di rito del nuovo Direttore Produzione, da parte sindacale sono stati ribaditi i temi della vertenza alla base dello sciopero iniziando dagli aspetti che richiedono risposte più urgenti come quello di procedere rapidamente alla verifica delle attuali consistenze di personale per pianificare nuove assunzioni necessarie a colmare le gravi carenze presenti negli impianti e per sopperire al turnover.

È stata sottolineata la necessità di rivedere il modello organizzativo territoriale ridisegnando le Unità Manutentive rendendole meno estese e rinforzate con nuove professionalità in modo creare le condizioni per meglio presidiare l'infrastruttura e gestire le attività di manutenzione.

Un accento particolare è stato posto in merito alla presenza sempre più numerosa di imprese appaltatrici a cui vengono affidate notevoli quantità di lavorazioni e che stanno relegando ad un ruolo marginale i ferrovieri. Evidenziata, pertanto, la necessità di procedere concretamente ad una più volte dichiarata volontà di internalizzare attività manutentive e di riappropriarsi della funzione di controllo sulle imprese esterne attraverso la presenza nei cantieri della direzione lavori e dei Coordinatori della Sicurezza in fase di Esecuzione. Presenze indispensabili a garanzia della qualità delle lavorazioni svolte e della sicurezza di tutti gli operatori impegnati nei cantieri e sulle quali va fatto un altrettanto importante investimento, in termini di nuove risorse, indispensabile per rendere proficua ed efficace la loro attività.

Sempre in merito alla sicurezza è stata manifestata l'esigenza di effettuare una revisione di una serie di norme che attengono la sicurezza del lavoro e la sicurezza dell'esercizio ferroviario, anche in base ai ritorni di esperienza, al fine di evitare il ripetersi di incidenti.

La società rispetto alle istanze sindacali si è dichiarata pronta a proseguire il confronto su tutti i temi evidenziati preannunciando che in tempi brevi provvederà a convocare una prima riunione in cui presenterà una proposta di modifiche dell'assetto organizzativo e delineerà il piano prospettico di sviluppo del settore della Manutenzione.

Come Organizzazioni sindacali, pur apprezzando le prospettive manifestate dalla Società, per la prima volta in linea con le proposte che da mesi portiamo al tavolo, abbiamo precisato che nonostante le rassicurazioni del caso ad oggi non sussistono avanzamenti concreti nella discussione e pertanto lo sciopero del 09 aprile p.v. resta confermato.

Il tempo dei buoni propositi è ormai scaduto, adesso occorrono risposte concrete.

Roma, 22 marzo 2021

Le Segreteria Nazionali