Archivio documenti

08.01.2010
Rfi: Nuova Articolazione Territoriale
Comunicato

Nel pomeriggio di ieri 7.01.2010 si è svolto il previsto incontro con Rfi relativamente alla Nuova articolazione territoriale delle strutture delle DTP, dei Coer e di Personale e Organizzazione.

L’accordo, che si è realizzato in applicazione del percorso iniziato il 15 maggio 2009, individua l’organizzazione “tipo” per ogni struttura lasciando poi alla contrattazione territoriale la possibilità di “definire/contrattare”, in funzione della maggiore o minore complessità degli ambiti di riferimento, il modello organizzativo più aderente alle necessità locali procedendo rispettivamente con “ampliamenti” o “accorpamenti” rispetto alla predetta struttura tipo.

A tal fine nel corso del corrente mese si attiveranno le trattative a livello territoriale la cui titolarità farà capo ai responsabili delle strutture interessate (DTP – Coer) che si avvarranno del supporto della struttura di riferimento di Personale e Organizzazione.

In considerazione della presenza di medesime figure professionali in entrambe le strutture (DTP e Coer) gli avvisi al personale riguardanti la mobilità o lo sviluppo professionale saranno rivolti contestualmente a tutti i lavoratori appartenenti alle stesse.

Nell’accordo è stato anche precisato che la formazione “Tecnico-Professionale” (abilitativa e specialistica d’esercizio) continuerà a essere assicurata dalle strutture interessate (DTP-Coer).

Nell’incontro di ieri non è stato possibile affrontare in maniera risolutiva alcune problematiche presenti nell’ambito dei Coer e pertanto è stato fissato uno specifico incontro per il 21 gennaio prossimo.

Allo stesso tempo e per le stesse ragioni sono stati già calendarizzati due incontri per l’organizzazione delle Zone SCC e per le problematiche relative al settore manovra rispettivamente per il 22 e per il 28 gennaio prossimi.

L’accordo contiene poi una parte specifica per la Manutenzione Infrastruttura nella quale:

  • in via preliminare si confermano i contenuti e le previsioni dell’accordo nazionale del 21 maggio 2004;
  • si definiscono le condizioni per il consolidamento delle attività di manutenzione attualmente svolte e per l’acquisizione, attraverso la riduzione delle attività affidate all’esterno, di nuove quote di lavorazioni;
  • vengono confermate e implementate le dotazioni dei cantieri meccanizzati armamento;
  • viene formalizzata la struttura dei cantieri meccanizzati TE;
  • viene evidenziata la necessità di presidiare - con ulteriori risorse – i grandi impianti della rete (Zone IS) nelle fasce di più intensa circolazione;
  • si precisa che al termine dei confronti territoriali si evidenzieranno - in termini qualitativi e quantitativi – le necessità di nuovo personale da assumere.

Entro il mese di febbraio 2010 si procederà a una verifica complessiva dell’accordo.

La Segreteria Nazionale