Archivio ultime dalla FIT

13.06.2017
TPL e Internavigatori
Verbale d'accordo Ministero Infrastrutture e Trasporti 12 giugno 2017

Nella giornata di ieri, 12 giugno 2017, presso la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si è svolta la riunione tra il Capo di Gabinetto del Ministro, dott. Mauro Bonaretti, e le Segreterie Nazionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna.

La riunione scaturisce da una richiesta che le stesse Segreterie Nazionali hanno inoltrato nell'ambito della trasmissione degli emendamenti al DL 50 (rif. Circolare 11/17 Dipartimento Mobilità/TPL ), al fine di proseguire il tavolo con il Ministero avente come oggetto "evoluzione legislazione e criticità TPL " instaurato in data 13 aprile 2017.

In tale occasione, le parti si sono confrontate ed hanno condiviso la necessità di giungere ad un verbale di accordo che individua l'assunzione di impegni concreti, da mettere in atto anche con la promozione di futuri interventi legislativi, e un' interpretazione univoca per l'applicazione degli articoli 27 e 48 contenute nel DL. n. 50/2017 in merito a:

  • a partire dal 2019 prevedere l'adeguamento, del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, al tasso di inflazione programmata;
  • nel caso di cambiamento del soggetto gestore del servizio, oggetto del trasferimento dovrà essere tutto il personale, ad eccezione dei soli dirigenti; il trasferimento del personale deve avvenire senza soluzione di continuità, in quanto si tratta di prosecuzione dell'originario rapporto di lavoro con la relativa conservazione di tutti i diritti acquisiti;
  • in caso di trasferimento l'azienda subentrante garantirà l'applicazione del CCNL nazionale di settore e il contratto di secondo livello o territoriale applicato dal gestore uscente;
  • per quanto riguarda la lotta all'evasione tariffaria, si stabilisce che l'attività di accertamento sia affidata a personale esterno solo previo espletamento delle procedure contrattuali finalizzate al reimpiego del personale non idoneo.

Inoltre, in merito alla questione relativa all'abrogazione del RD. n. 148/1931, nel medesimo verbale di accordo, il Ministero si è impegnato, al fine di consentire una tempestiva definizione contrattuale degli aspetti ancora in vigore del medesimo Regio Decreto, a convocare prima possibile le associazioni datoriali e le organizzazioni sindacali, nonché in caso di mancato accordo tra le parti, a promuovere una proroga del termine di abrogazione.

In allegato il testo del verbale d'accordo e il relativo comunicato unitario.