Archivio ultime dalla FIT

27.06.2017
Personale di terra
Informativa riunione Comitato Fondo solidarietà Trasporto Aereo

Fondo di Solidarietà Trasporto Aereo

Riunione del 27 giugno 2017

Come anticipatovi con il documento sintetico del 7 giugno, la riunione del Comitato del Fondo con all'ordine del giorno gli argomenti concernenti: approvazione del verbale di maggio, comunicazione del Presidente, delibere di erogabilità e analisi delle spese del Fondo, si è tenuta in data odierna.

In apertura della riunione, il Presidente, ha posto in votazione il verbale della riunione del Comitato del 9 maggio e si è soffermato sulle disposizioni normative introdotte dalla circolare Inps n° 97 dell'1 giugno 2017, con particolare attenzione sulle dinamiche del Durc.

Come si può rilevare dalla circolare applicativa al decreto interministeriale n° 95269 del 2016, oltre alle condizioni di accesso e disciplina alle prestazioni, la stessa, interviene anche sul quadro normativo.

Prendendo a riferimento la normativa, si rileva che, le aziende possono accedere alle prestazioni solo se in possesso della regolarità contributiva nei confronti degli enti previdenziali, ad esclusione delle imprese sottoposte a procedura concorsuali con finalità liquidatoria. Per essere più diretti,ad esclusione dell'eccezione soprarichiamata, le aziende che risulteranno non in regola con i requisiti richiesti e sprovviste della dichiarazione di regolarità contributiva "DURC" non potranno accedere alle prestazioni del Fondo.

In questa circostanza, l'elemento di novità che si registra, una volta regolarizzato il debito, riguarda, la possibilità della ripresentazione della domanda con il mantenendo dell'ordine di protocollo precedente.

Altro tema di rilievo, sono le prestazioni integrative per mobilità, Aspi/Naspi riconosciute ai soli lavoratori licenziati esclusivamente nell'ambito di un licenziamento collettivo o per giustificato motivo oggettivo, stabilendo purtroppo che il Fondo non interviene sulle posizioni del licenziamento individuale o con altre motivazioni.

La circolare interviene anche sui criteri dell'art. 7 del decreto interministeriale n° 95269, stabilendo che, le prestazioni integrative della durata del "biennio aggiuntivo" con le nuove disposizioni, saranno deliberate prendendo in considerazione i lavoratori posti in mobilità secondo l'ordine di conclusione del periodo di mobilità ordinaria e adottando delibere aventi periodi di durata inferiori rispetto all'arco temporale interessato dalla prestazione in oggetto.

Altro aspetto da non trascurare riguarda la presentazione della domanda, o delle domande, che dovranno essere presentate dall'azienda, entro 60 giorni dal licenziamento e in considerazione della sussistenza del termine di decadenza, sarà onere dell'interessato, richiedere al datore di lavoro, copia della domanda di accesso alla prestazione integrativa. Per le altre disposizioni potrete consultare la circolare.

Sul tema delle spese, Il Presidente, ha consegnato ai consiglieri, il prospetto della sintesi finanziaria delle entrate/uscite aggiornato al 30 giugno 2017, che unitamente al deliberato impegnato non ancora speso, fa registrate un residuo di cassa pari a 315 milioni di euro.

Nella disponibilità di cassa rimanente, sono considerati i risparmi di spesa 2014 per le prestazioni di cigs e solidarietà pari a un importo di 85,8 milioni di euro e gli importi economici delle delibere di mobilità, d'integrazione di durata, di cigs e solidarietà per un importo pari a 8,2 milioni di euro.

Colgo l'occasione per ricordare che la prima riunione del Comitato di Solidarietà risale al 5 agosto 2016 e che la prima sessione operativa è stata possibile solo da settembre 2016, da quel giorno, l'impegno e il duro lavoro profuso, la tenacia, la determinazione del cambiamento come condizione di forza rivendicata per un fine e un bene comune, si è materializzata nel risultato che oggi otteniamo attraverso il superamento delle avversità e i contrasti con i dirigenti dell'istituto, con la rimodulazione dei criteri e dei principi di contabilità in precedenza adottati dall'istituto che facevano ridurre sensibilmente le disponibilità di cassa del Fondo.

Abbiamo dovuto quotidianamente superare gli scogli di un sistema farraginoso, fatto di regolamenti amministrativi e norme legislative non sempre funzionali all'operato del Comitato Amministratore e ottenuto con i provvedimenti adottati, la semplificazione almeno in parte delle norme.

In continuità con quanto già ottenuto, in questa sessione, il Comitato, ha approvato le delibere d'integrazione al reddito delle domande di mobilità ordinaria per l'intero periodo, le delibere delle domande di Cigs e di solidarietà, le delibere delle domande d'integrazione del biennio aggiuntivo e le delibere di reiezione in allegato alla presente.

Nella prossima riunione del Comitato di Solidarietà programmata per il giorno 25 luglio 2017, sarà possibile approvare le successive delibere ancora in fase d'istruttoria.

Dipartimento Nazionale Trasporto Aereo

Roma, 27 giugno 2017