Archivio ultime dalla FIT

05.12.2017
Trasporto ferroviario e Servizi
Prosegue il confronto con Mercitalia Rail

Nella giornata di ieri 30 novembre, è ripreso il confronto tra Società Mercitalia Rail e le
Segreterie Nazionali. L'incontro ha avuto carattere prettamente interlocutorio, con una
esposizione iniziale da parte dell'Amministratore Delegato sui dati relativi ai livelli di
produzione raggiunti e sull'andamento complessivo della Società MIR che nel corso del 2017
ha proseguito la fase di risanamento, registrando elementi che evidenziano la copertura
dell'80% della iniziale perdita di 100 ml/euro della dismessa Divisione Cargo, mostrando un
percorso che risulta essere in linea con quanto annunciato nel Piano Industriale e che avvicina
la Società MIR al raggiungimento dell'obiettivo prefissato del pareggio di bilancio.
Un consuntivo 2017 per la Società MIR che, registrando anche un saldo positivo, consente di
procedere con gli investimenti annunciati ovvero:
• l'acquisizione congiuntamente a TX Logistik di 125 nuove locomotive elettriche
TRAXX DC3/MS di ultima generazione (destinate al trasporto merci in Italia e in
Europa, con le prime consegne previste per l'autunno del 2018), e di 250 i nuovi carri
(50 carri tasca doppi "intelligenti", saranno impiegati per potenziare il trasporto di
semirimorchi mega ed entreranno in esercizio nei primi mesi del 2018, e 200 carri
porta coils "intelligenti", verranno impiegati per sviluppare il trasporto di prodotti
siderurgici ed entreranno in esercizio a partire dall'estate 2018);
• nuove assunzioni, l'AD ha annunciato che dopo gli inserimenti di personale fatti nel
2017 (assunzioni di Macchinisti da mercato e Macchinisti/TPT provenienti dalla Serfer)
vi saranno prossime campagne per selezioni sia per il profilo di Macchinista sia per il
profilo di Tecnico Polifunzionale, con inserimenti di personale da mercato da avviare a
corsi di professionalizzazione a cui si aggiungeranno ulteriori percorsi interni di
sviluppo professionale per i lavoratori già in forza alla Società MIR e che rivestono il
profilo di Tecnico Polifunzionale Treno.
L'Amministratore Delegato ha inoltre annunciato il rafforzamento delle sinergie tra le diverse
Società del Polo, in particolare dell'avvio del progetto con la Società Serfer per l'affidamento
della gestione dell'attività di manovra da completare dove possibile con il processo della
formazione e della verifica dei treni.
La discussione è proseguita, non entrando nel merito con i necessari approfondimenti, sulle
problematiche relative alla verifica dell'accordo del 20 luglio u.s. che erano state oggetto di
iniziale discussione nel precedente incontro del 7 novembre u.s.
Come Segreterie Nazionali abbiamo ribadito la necessità di dover chiarire e portare a
soluzione gli aspetti dell'orario di lavoro che determinano interpretazioni non conformi da
parte aziendale con criticità presenti nella gestione del Personale Mobile e del Personale TPT,
sia sull'applicazione delle norme sia rispetto ai risvolti economici ad esse correlati, perché le
stesse influenzano negativamente anche gli esiti dei confronti territoriali, che
l'Amministratore Delegato definisce soggettivamente improduttivi.
Inoltre abbiamo chiesto chiarimenti in merito all'assegnazione del Personale di Macchina neo
assunto, in arrivo dalla Serfer e di quello già in forza a MIR dei vari Impianti Operativi la cui
gestione è affidata alla struttura denominata MIR GT, anche per le ricadute registrate sui turni
di servizio relativamente alla produzione di competenza dei diversi Impianti Operativi che
MIR GT acquisisce e gestisce. L'Amministratore Delegato ha evidenziato le finalità formative
di tale gestione centrale e sperimentale, per agevolare il percorso formativo e di inserimento
del personale, rivendicando però nel contempo per la struttura MIR GT diritto di "autonomia
organizzativa" che conferisce a nostro avviso un aspetto non proprio sperimentale e
transitorio di tale gestione, specie se associato alla necessità aziendale illustrata nel corso
dell'incontro, di dover procedere ad una ulteriore razionalizzazione degli impianti.
Abbiamo precisato che in assenza dei dovuti approfondimenti, il persistere di tale modello
organizzativo rappresenta per il sindacato un elemento di elevata criticità.
Abbiamo, infine, chiesto chiarimenti in merito all'esito della manifestazione di interesse per il
passaggio a Macchinista rivolta al Personale TPT a cui hanno partecipato circa 140 candidati,
evidenziando la necessità di avere spiegazioni sulle motivazioni che hanno indicato in soli 35
candidati quelli risultati idonei in attesa della successiva valutazione sanitaria, chiedendo
anche di prevedere, nell'ottica degli annunciati ulteriori percorsi interni di sviluppo
professionale per i lavoratori già in forza alla Società MIR e che rivestono il profilo di Tecnico
Polifunzionale Treno, la possibilità di partecipare anche a chi è risultato essere non idoneo al
termine di questa prima manifestazione di interesse.
In merito a ciò, la Società MIR oltre a rendersi disponibile a fornire apposito e specifico
feedback ai candidati risultati non idonei sulle prove sostenute, ha precisato che gli stessi non
saranno esclusi dalle future selezioni per percorsi interni di sviluppo professionale.
Nel corso dell'incontro abbiamo chiesto la ripresa del confronto per l'applicazione del Ccnl
Mobilità alla società TX Logistik nell'ottica di riuscire ad applicare lo stesso contratto a tutte le
società del polo.
La riunione è stata aggiornata ad altra data che sarà successivamente comunicata.

Roma, 1 dicembre 2017
Le Segreterie Nazionali