Archivio ultime dalla FIT

03.07.2018
Trasporto ferroviario e Servizi
Incontro con le Società Trenitalia e RFI sul passaggio dell’attività “Carri Soccorso”

Nella giornata odierna si è svolto l'incontro tra le Segreterie Nazionali con le società Trenitalia e Rfi convocata a seguito della richiesta sindacale per le annunciate intenzioni di riduzione dell'attuale numero di carri soccorso nel passaggio dell'attività a Rfi.

I rappresenti aziendali di RFI hanno esposto come tale passaggio di attività sia dovuto all'ottemperanza della delibera n. 70/2014 dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) che assegna al Gestore dell'Infrastruttura il compito di provvedere in casi di inconvenienti di esercizio alla liberazione dell'infrastruttura da ingombri di rotabili delle Imprese Ferroviarie con mezzi di soccorso attrezzati.

Non essendo nelle condizioni di poter adempiere autonomamente al suddetto incarico per oggettive carenze strutturali ed organizzative, si è reso necessario da parte di RFI contrattualizzare l'affidamento del servizio alla società Trenitalia che lo ha assicurato fino ad oggi a proprio carico.

Nella fase in corso di definizione dell'atto di affidamento Rfi, in base a proprie valutazioni su eventuali necessità di interventi e di impegno di spesa, sta richiedendo che il servizio venga effettuato in solo 20 impianti dei 28 attualmente utilizzati da Trenitalia.

Le Segreterie Nazionali, nel prendere atto del doveroso rispetto da parte di Rfi di quanto disposto dall'ART, hanno espresso contrarietà in merito alla riduzione del numero di carri soccorso che si intendono utilizzare poiché si andrebbero a determinare situazioni che penalizzerebbero le linee di molte regioni, in particolare del sud e delle isole.

Pertanto è stato richiesta la conferma dell'attuale reticolo delle sedi in cui sono presenti i mezzi di soccorso al fine di garantire in caso di inconvenienti condizioni omogenee di intervento di ripristino del traffico su tutta la rete ferroviaria.

La società RFI in accoglimento della richiesta sindacale ha confermato che procederà alla formalizzazione dell'affidamento del servizio mantenendo inalterate tutte le attuali sedi dei carri soccorso.


Le Segreterie Nazionali