Archivio ultime dalla FIT

28.06.2019
Trasporto ferroviario e Servizi
RFI: Incontro sul nuovo SAMAC

Nella giornata di giovedì 27 giugno si è svolto l'incontro con la S.O. Sicurezza Produzione sul nuovo SAMAC, il sistema di acquisizione e mantenimento delle competenze che entrerà in vigore dal 1 luglio 2019.

La società ha illustrato la revisione dei moduli formativi nell'intento di semplificare i modelli di formazione.

Sono stati presentati i contenuti principali che riportiamo:

  • Ridefinizione del processo con una Uo dedicata all'aggiornamento continuo dei programmi formativi.
  • Ridefinizione chiara dei ruoli diretti di sicurezza e quelli che impattano sulla sicurezza stessa.
  • Aggiornamento di tutti i programmi formativi rispetto alla normativa vigente.
  • Avvio Gruppo di Lavoro per la revisione del Samac delle imprese appaltatrici.
  • Costruzione e ampliamento di campi prova e aule satellite con apparati e oggetti di manutenzione per addestramento in ambiente protetto (campi prova).
  • Costruzione di tre nuovi centri di eccellenza (Milano, Roma e Bologna).
  • Forti investimenti sugli strumenti digitali di supporto della formazione (LMS -Simulatori - AR-VR, ecc.).

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo, prioritariamente, stigmatizzato il mancato coinvolgimento nella definizione del nuovo sistema, impedendo così alla rappresentanza dei lavoratori di poter dare un contributo alla stesura di un elemento fondamentale per poter svolgere in sicurezza e con efficacia le attività manutentive. Inoltre abbiamo evidenziato la necessità di diffondere maggiormente la cultura della formazione e della sicurezza a tutti i livelli e abbiamo puntualmente fatto risaltare la nostra necessità di conoscere una proiezione sulla tempistica del progetto formativo nella sua realizzazione, richiedendo in il dettaglio per singolo modulo.

La società, proprio a fronte di tale richiesta, ha confermato una forte spinta nella definizione di formatori dedicati con una previsione a regime di 150 istruttori. Attualmente si dispone del 25% delle necessità previste dal progetto finale.

Abbiamo evidenziato che, oltre a Bologna (in fase di realizzazione più avanzata, con previsione 2021) e i successivi investimenti su Roma e Milano, è necessario non trascurare i presidi formativi esistenti nei territori.

Abbiamo manifestato l'esigenza e l'importanza di definire con la massima chiarezza i rapporti tra il personale di RFI e quello delle Imprese Appaltatrici (ruoli e compiti).

Infine abbiamo rimarcato l'importanza di figure professionali come Cel., Direttori lavori, assistenti, ecc., lavoratori che sono la sostanziale cerniera nel contesto lavorativo ai fini della sicurezza, per cui serve maggiore supporto formativo.

L'incontro di oggi non è stata una riunione conclusiva poiché, oltre alla documentazione, abbiamo chiesto una simulazione del piano formativo presentato.

Ci siamo riservati di avanzare proposte o suggerimenti di dettaglio per i singoli argomenti esposti.

Sarà estremamente alta l'attenzione del sindacato sull'introduzione di questi delicati temi che sono sostanziali nell'attività quotidiana dei lavoratori.

Roma 28 giugno 2019

Le Segreterie Nazionali