Archivio ultime dalla FIT

18.03.2020
Trasporto ferroviario e Servizi
Incontro con Rete Ferroviaria Italiana

Si è tenuto oggi in video-conferenza l'incontro chiesto dalle Organizzazioni Sindacali con la dirigenza di RFI sullo stato della produzione e gli interventi sul fattore lavoro con la priorità, della
tutela della salute dei lavoratori, ribadita anche dal "Protocollo di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro".

Manutenzione Infrastrutture
In apertura il Direttore Produzione, Ing. Giovine, si è soffermato sull'obbligo del mantenimento in esercizio della rete e della necessità di garantire la vigilanza e la sorveglianza delle linee. Non ha
nascosto le difficoltà legate all'approvvigionamento dei DPI che investe quasi tutti i territori e che ha portato lo stesso A.D. di RFI ad interessare in maniera stringente il Governo.

È ovvio che in assenza delle garanzie per la salute e la sicurezza dei lavoratori - a partire dalla dotazione di mascherine - si provvederà a rinviare le lavorazioni meno importanti riducendo, così,
ulteriormente la quantità di attività già oggetto di consistente rimodulazione.

Sugli ambienti di lavoro ha comunicato di essere personalmente impegnato affinchè in tutti i territori la sanificazione sia effettuata con regolarità e tra un turno e l'altro.

Sulla formazione i colleghi con contratto di apprendistato continueranno a lavorare in Smart working fino all'acquisizione delle abilitazioni. E' stato anche anticipato che si sta valutando la
possibilità di estendere la formazione on-line al personale durante la settimana in cui è di turno di reperibilità.

Le Organizzazioni Sindacali hanno manifestato il disagio e le lamentele che arrivano dai territori in particolare per le condizioni in cui i lavoratori si trovano spesso a svolgere le attività senza le
previste protezioni per prevenire il contagio e non potendo mantenere una adeguata distanza interpersonale. Condizione ancor più grave quando nei cantieri si è costretti a operare in numero
consistente insieme ai lavoratori delle ditte appaltatrici. A tal proposito è stato richiesto che vengano effettuati maggiori controlli da parte dei responsabili affinchè siano rispettate tutte le
norme di sicurezza e tutela della salute dei lavoratori.

Il Sindacato ha ribadito la necessità di "mettere la macchina al minimo" attenendosi alle sole attività di ciclica e verifiche di legge, compresi visite linee , visite opere d'arte e ripristino degli
Avvisi.

Per la Diagnostica nazionale, si è chiesta la riduzione drastica di tutti i controlli delle linee non in scadenza riducendo al massimo i riposi fuori della residenza, utilizzando solo servizi di andata e
ritorno in giornata. Al pari dei locali vanno previste le sanificazioni programmate delle cabine di guida e dei convogli. Anche per questo settore abbiamo ribadito la grave carenza di adeguati DPI

La società, preso atto delle richieste sindacali, si è riservata di comunicare quali ulteriori iniziative intenderà mettere in campo per rispondere a quanto chiesto dal Sindacato.

Circolazione

Il Direttore Circolazione, Ing. Moretti, ha confermato l'avvenuta consegna ai Posti Centrali dei termo-scanner con le sole esclusioni di Pescara e Cagliari che riceveranno il dispositivo nei
prossimi giorni. I controlli della temperatura corporea interessano tutto il personale che ha accesso ai locali, con la sola esclusione degli addetti alle pulizie visti i tempi ristretti nei quali si trattengono e l'assenza di possibili contatti ravvicinati. In tal senso le OO.SS. hanno chiesto che le procedure di sanificazione siano puntuali e che si vigili affinchè i lavoratori delle ditte di appalto operino in sicurezza e con i previsti dispositivi di protezione.

Sulle dotazioni dei DPI ed in particolare sulla garanzia di approvvigionamento dei kit sanitari, il Direttore ha ribadito la capacità dell'Azienda di provvedere alle necessità precisando, però, che le
mascherine vengono volutamente centellinate per consentirne l'utilizzo, prioritariamente nei casi di sospetto contagio. Questo è confermato dalla risposta data nelle situazioni verificatesi nelle sale CCC di Milano e Roma con l'immediato intervento di protezione dei lavoratori e sanificazione degli ambienti.

Per quanto riguarda la rimodulazione dei turni e dei presenziamenti nelle sale CCC e nelle stazioni, a fronte della drastica flessione del traffico, si è provveduto a ridurre la doppia presenza garantendo la distanza di almeno 1 metro tra lavoratori, come da disposizioni del Ministero della Salute. Laddove, per anomalie o guasti, 2 agenti dovessero operare a distanza ravvicinata questi verranno dotati di mascherina protettiva. Per le Sale Blu, come già anticipato, i turni sono stati ridotti ad una presenza giornaliera o ad un turno in seconda in funzione dell'importanza e dei carichi di lavoro del presidio. Tutti i provvedimenti sono oggetto di interlocuzione con le strutture territoriali del Sindacato e le RSU.

Formazione e percorsi abilitativi: dopo aver condiviso con ANSF le procedure, sono partite oggi le aule virtuali per la formazione on-line. Sono confermati i tempi e le modalità formative degli
apprendisti a partire dall'abilitazione GCO2.

Rispetto al fondo per il ricambio generazionale, l'attuale situazione emergenziale ha costretto la Società a sospendere le procedure. L'argomento tornerà ad essere oggetto di confronto con le
OO.SS. non appena superata la fase critica.


17 marzo 2020

Le Segreterie Nazionali