Archivio ultime dalla FIT

15.05.2020
Trasporto ferroviario e Servizi
Trenitalia: Comitato Aziendale Covid-19 Sanificazioni, Documenti di Valutazione del Rischio e DPI

Secondo incontro e prime risposte alle molte richieste che la parte sindacale aveva avanzato nella prima riunione.

Sanificazioni Trenitalia ha dettagliato tempi e modalità di pulizia, igienizzazione e sanificazione dei locali e del materiale rotabile raccogliendo le richieste sindacali sulla visibilità degli interventi e la loro certificazione.

Le tipologie di intervento si possono ricondurre alla pulizia frequente (disinfezione) di suppellettili/attrezzature/tavoli e ad una sanificazione profonda (con detersione e disinfezione) di sedute, cabine di guida, area PdA e locali.

Le prime con una frequenza più volte al giorno e/o per turno, mentre la sanificazione ogni 48 ore per i convogli, giornaliera per i locali più frequentati e settimanale per gli altri. Per Vendita e Assistenza di sta provvedendo, prima della riapertura, alla sanificazione straordinaria di tutti gli ambienti di lavoro. La procedura è stata allegata al verbale della riunione e sarà oggetto di approfondimento e analisi della parte sindacale del Comitato. Da parte sindacale è stata richiesta una procedura specifica per sanificazione microclima dei materiali rotabili.

Certificazioni la certezza dell'avvenuto intervento della Ditta incaricata è stata una delle prime richieste avanzate dal Sindacato e la Società ha confermato di aver emanato disposizioni stringenti in materia con l'affissione di apposite schede certificative per la visione ai lavoratori ed ai viaggiatori sulla salubrità dei luoghi frequentati. A bordo treno, in assenza della scheda, il Capo Treno si rivolgerà alla Sala Operativa che verificherà a sistema l'avvenuto intervento e lo formalizzerà al personale del treno. È stata chiesta una particolare attenzione all'attività delle ditte che hanno in appalto l'igienizzazione, valutando anche la possibilità di potenziare il controllo􀍲pulizie negli Impianti.

DVR per il Documento di Valutazione del Rischio, Trenitalia ha comunicato di aver provveduto all'emanazione di uno specifico Protocollo Gestione Emergenza Covid-19, integrazione al DVR. La ragione dell'inserimento di uno specifico documento aggiuntivo e non modificativo del DVR è legata al continuo aggiornamento per il mutare delle disposizioni di Governo e Enti Locali in tema di contenimento del rischio contagio e come da pareri degli ITL. Resta il passaggio di consultazione e coinvolgimento degli RLS. La parte sindacale ha chiesto vengano allegate al verbale le linee guida del Protocollo ed anche quelle riguardanti la redazione dei DUVRI.

DPI sui dispositivi di protezione individuale è stata fatta una panoramica degli approvvigionamenti suddivisi per Divisione nel periodo dal 1° marzo al 31 maggio (comprese le forniture già previste). Per DPLH sono state distribuite 32.500 mascherine TNT / 87.700 Chirurgiche / 22.800 FFP2 / 90.500 guanti / 97.900 confezioni di gel igienizzante di varie dimensioni / 1.450 tra occhiali e visiere / 14.250 tute e 53 termoscanner.

La DPR ha ricevuto 178.000 mascherine TNT / 240.300 Chirurgiche / 20.000 FFP2 / 200.000 guanti / 39.850 confezioni di gel igienizzante di varie dimensioni / 3.900 tra occhiali e visiere / 9.700 tute e 142 termoscanner che ad oggi coprono 66 siti produttivi.

A Direzione Tecnica sono state inviate 6.900 mascherine TNT / 31.600 Chirurgiche / 2.400 FFP2 / 15.900 guanti / 15.400 confezioni di gel igienizzante di varie dimensioni / 11.200 tute e 10 termoscanner.

Alla richiesta delle OO.SS. sul definitivo ritiro delle mascherine TNT "Montrasio" Trenitalia ha confermato il blocco della distribuzione, disposto già da un paio di settimane. Altra richiesta sindacale è stata quella di potenziare la dotazione individuale di mascherine al Personale Mobile (anche per servizi ad agente doppio/unico) e di Assistenza ovvero di distribuirne due aservizio. Per quest'ultimo settore si è chiesto anche di aumentare l'approvvigionamento di occhiali/visiere.

La Società ha infine consegnato la procedura per la rilevazione della temperatura corporea (termo􀍲scanner) precisando che tale attività, come da DPCM e Recovery-plan, è facoltativa per le imprese e se ne avvarrà unicamente negli Impianti con una significativa presenza di maestranze.

A margine dell'incontro, su richiesta sindacale, i dirigenti di linea hanno confermato la preventiva prenotazione di rientro per il personale in servizio, onde evitare che venga impedito l'accesso ai treni per eccesso di viaggiatori. In caso di ritardo in arrivo e di rientro in residenza si provvederà alla riprotezione o si garantirà l'utilizzo del taxi.

Il Comitato ha aggiornato i lavori al prossimo 27 maggio.

Roma,15 maggio 2020

Le Segreterie Nazionali