Mercoledì 19 Gennaio 2022 - 05:57

Autostrade, Fit-Cisl: Sciopero in Aspi più vicino

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Autostrade, Fit-Cisl: Sciopero in Aspi più vicino
Comunicati Stampa - Autostrade, Fit-Cisl: Sciopero in Aspi più vicino

9 Febbraio 2021

"Lo sciopero in Autostrade per l'Italia è più vicino". Lo annuncia la Fit-Cisl spiegando che: "Dopo un confronto che dura da mesi, ieri le procedure di raffreddamento, ovvero il tentativo di mediazione ai sensi della legge che regolamenta il diritto di sciopero nei servizi pubblici, hanno avuto un esito negativo. Questo per dirette responsabilità  dell'azienda. Aspi ha annunciato in modo trionfalistico un piano industriale ambizioso, ma sotto la patina sfavillante, sono molte le cose che non vanno. Innanzitutto dal punto di vista occupazionale, non basta assicurare l'assunzione di 2mila persone, perché in primis ne servono molte di più e in secundis una fetta consistente, molto più di quanto previsto dall'azienda, deve essere impiegata nei servizi operativi. Non sappiamo più come ripetere che è una questione di sicurezza pubblica: non si possono lasciare le autostrade totalmente impresenziate; non si può fare affidamento alla sola tecnologia. La tecnologia può far funzionare le barriere di ingresso e di uscita, garantire il pagamento del pedaggio da parte degli utenti, ma non può assicurare la necessaria assistenza a chi può averne bisogno. Sempre in tema di occupazione: è inaccettabile che le nuove assunzioni siano fatte al di fuori del contratto collettivo nazionale di settore, che è l'unico cucito su misura per i lavoratori e le aziende a cui si riferisce. Altrettanto grave è che non sia prevista la stabilizzazione dei tanti precari che da anni gravitano attorno alla società  e che era stata loro garantita da accordi condivisi con la stessa Aspi". Conclude la Fit-Cisl: "E cosa dobbiamo pensare dell'assenza di ben due società , SDS e Giove Clear, dal piano industriale del gruppo? Si può solo immaginare l'angoscia dei dipendenti. Tutto questo è inaccettabile. Ma, evidentemente, è il segnale che l'azienda continua a porre in essere le vecchie e tanto contestate pratiche. Confidiamo in un'inversione dei comportamenti assunti finora e che tutte le parti coinvolte si assumano la loro responsabilità  per il bene del Paese e della sua ripresa economica, visto che Aspi è un'importante gestore infrastrutturale italiano".

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]