Domenica 05 Dicembre 2021 - 23:53

L’Italia ratifica la Convenzione ILO sull’eliminazione della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro

Documenti

Documenti / L’Italia ratifica la Convenzione ILO sull’eliminazione della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro
Documenti - L’Italia ratifica la Convenzione ILO sull’eliminazione della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro

19 Gennaio 2021

Dopo l'approvazione del 23 settembre 2020 della Camera dei Deputati, il 13 gennaio scorso il Senato ha approvato all'unanimità  in via definitiva la Convenzione n. 190 dell'Organizzazione internazionale del lavoro sull'eliminazione della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro, che prevede strumenti di tutela, denuncia e prevenzione. Il Parlamento italiano compie un passo decisivo verso l'adozione di una normativa che prevede strumenti di tutela, di denuncia e di prevenzione.

La Convenzione, adottata a Ginevra il 21 giugno 2019 nell'ambito della 108ª sessione della Conferenza generale dell'Organizzazione stessa, rappresenta un importante strumento nell'azione di contrasto alle violenze e alle molestie compiute nel mondo del lavoro, con l'obiettivo di proteggere tutte le lavoratrici a livello globale, a prescindere dal loro status contrattuale.

La violenza e le molestie rappresentano un fenomeno che colpisce tutti i paesi, le professioni e le modalità  di lavoro. Un fenomeno sociale e culturale che minaccia le pari opportunità  nel mondo del lavoro influenzando le relazioni sul lavoro, il coinvolgimento di lavoratrici e lavoratori, la salute, la produttività , la qualità  dei servizi e la reputazione delle imprese, come pure l'accesso e la progressione di carriera nel mondo del lavoro. In base ad un'indagine ISTAT del 2018 (Indagine sulla sicurezza dei cittadini , ISTAT 2018), i dati relativi all'Italia evidenziano che si tratta di un fenomeno che colpisce circa 1,4 milioni di donne durante la loro vita lavorativa.

La Convenzione fornisce una definizione piuttosto ampia, suscettibile di includere non soltanto l'abuso fisico, ma anche quello verbale, oltre a fenomeni di stalking e mobbing, di violenza e molestia, anche di genere, intesi come comportamenti e pratiche che provochino, mirino a provocare o siano suscettibili di provocare danni fisici, psicologici, sessuali o economici. I soggetti protetti dal nuovo strumento includono tutte le lavoratrici, i lavoratori e le altre persone nel mondo del lavoro, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro, prevedendo una forma di protezione che va oltre il luogo di lavoro fisico, estendendosi a tutti settori economici e le circostanze in cui possono verificarsi fattispecie di violenza e molestie: in occasione di lavoro, in connessione con il lavoro o che scaturiscono dal lavoro, includendovi quelle che si verificano attraverso l'utilizzo di strumenti telematici.

Inoltre la Convenzione, prevede la possibilità  di denunciare i fatti e le azioni discriminatorie con denunce all'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), fino ad arrivare, in casi di crimini contro l'umanità , alla Corte internazionale di giustizia. Sono milioni le persone nel mondo, in particolare le donne, che subiscono violenza e molestie sul lavoro.

L'approvazione della legge fi ratifica della Convenzione rappresenta un'importate segnale di assunzione di responsabilità  da parte di tutti per affrontare, prevenire e contrastare la violenza e le molestie anche nel mondo del lavoro.

In allegato il testo della convenzione

Allegati

Scarica il Documento

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]