Archivio Comunicati stampa

23.10.2018 ore 16:05
Ufficio Stampa
Anas, Fit-Cisl: Bene più tecnologia, ma la manutenzione va potenziata

"È positivo che l'Anas sia sempre più tecnologica e digitale, ma non bisogna dimenticare l'essenziale ovvero la manutenzione ordinaria della rete stradale nazionale. E per curarla servono più assunzioni di personale", così dichiara la Fit-Cisl in riferimento alla nuova app di Anas, con la quale gli utenti potranno monitorare lo stato di salute delle strade su cui viaggiano e segnalare eventuali problemi.

"Non è un mistero - prosegue la Federazione cislina - che lo stato delle infrastrutture italiane sia mediamente pessimo. Occorre tornare a fare manutenzione e questo vale soprattutto per Anas, che ha la responsabilità di circa 27.000 km di strade e autostrade ed ulteriori itinerari in fase di rientro dagli enti locali. Oltre alla quantità però serve anche la qualità e cioè occorrono strumenti contrattuali e politiche del personale che non demotivino le lavoratrici e i lavoratori. Cosa che in questo periodo sta accadendo troppo spesso. Inoltre stiamo aspettando che il Mit ci dica quale ruolo, quale assetto e quali obiettivi vuole affidare a Anas. Dopo l'annuncio della fuoriuscita dal gruppo Fs Italiane non si è saputo più nulla.

Se con l'uscita da Fs, Anas tornerà dentro i confini della Pubblica Amministrazione, sarà di nuovo sottoposta a vincoli troppo limitanti e non potrà fare gli investimenti necessari e non più rinviabili in manutenzione, per la quale, lo ribadiamo, è necessario assumere personale adeguato e creare le condizioni per migliorare il clima organizzativo".