Archivio Comunicati stampa

17.06.2020 ore 15:57
Ufficio Stampa
Decreto Rilancio, Fit-Cisl: No a destrutturazione taxi e ncc

"In tema di trasporto pubblico non di linea, cioè taxi ed ncc, auspichiamo che l'imminente conversione in legge del decreto Rilancio non sia l'occasione per destrutturare il comparto". Così dichiara la Fit-Cisl.

"Ricordiamo - prosegue la Fedederazione dei trasporti cislina - che con non poca fatica l'ultima riforma legislativa, che ci ha visto coinvolti in un lungo confronto ministeriale, ha riformulato le regole per tutti gli attori che operano in questo settore. Crediamo che il vigente quadro normativo sia un valido strumento attraverso il quale poter governare il tpl non di linea, che ancora attende, però, l'emanazione dello specifico DPCM di ordinamento delle piattaforme tecnologiche, i decreti ministeriali di istituzione del Ren (Registro elettronico nazionale) e del foglio elettronico di servizio. Non si possono lasciare le cose a metà: bisogna proseguire lungo la strada intrapresa per giungere finalmente alla definitiva riforma per contrastare in maniera decisa i diffusi fenomeni di abusivismo che, per troppo tempo, hanno caratterizzato questo ramo dei trasporti".