Archivio documenti

16.10.2014
Chiusura Base Torino
Comunicato

CHIUSURA BASE TORINO
In data odierna si sono riuniti i Dipartimenti Nazionali PN di FILT CGIL, FIT CISL e UGL Trasporto Aereo con Alitalia che ci ha ufficialmente comunicato secondo le previsioni del nuovo Piano Industriale, la chiusura della Base di Torino e la conseguente attivazione delle procedure di trasferimento per il PNT e PNC interessato. I numeri:
• 45 Assistenti di Volo (13 AVR2 e 32 AAVV)
• 36 Piloti (19 CPT e 17 primi ufficiali)
Le Organizzazioni Sindacali presenti hanno fatto le seguenti richieste:
• Rigida applicazione delle norme di legge e del contratto in materia di
trasferimento;
• Massima disponibilità aziendale finalizzata a favorire l'accoglimento delle
richieste di assegnazione di nuova Base da parte del PN che farà specifiche
richieste in tal senso;
• Impegno preciso di Alitalia ad accogliere tutte le richiestefinalizzate ad ottenere
in programmazione la ripetuta assegnazione di avvicendamenti insistenti con
soste o night stop su TRN (laddove esistenti) dei colleghi che sono residenti
nell'area piemontese;
• Avvio di un confronto serrato con le nostre Organizzazioni Sindacali anche in
riferimento al nuovo operativo aziendale sul riequilibrio degli organici;
• Confronto costante anche in relazione all'eventuale implementazione del Piano
Industriale presentato alle OOSS;
• Richiesta di utilizzare l'istituto del Part Time.
Non è un segreto che l'imminente arrivo di Etihad, condizionato e sottoposto al via libera di Bruxelles, rende di fatto ancora ipotetico il futuro della turnazione per la prossima summer (quella che secondo il nuovo piano industriale consoliderà gli assetti di Base Milano e Roma).
Ci troviamo pertanto in una fase transitoria che richiede tuttavia la massima attenzione da parte delle Organizzazioni Sindacali. La chiusura di Base Torino rientra nelle previsioni del Piano Industriale così come l'imminente chiusura di CAI first e second che stiamo seguendo con scrupolosità affinché il passaggio del personale interessato avvenga nel rispetto delle norme e delle prerogative del CCNL.
Siamo certi che la nostra proposta di programmare avvicendamenti con sosta su TRN ai residenti piemontesi sia un segnale importante di attenzione che Alitalia DEVE garantire per rendere meno gravoso l'impiego alternativo per molti dei colleghi interessati.


Roma, 16 ottobre 2014
Dipartimenti Nazionali PNT-PNC Alitalia CAI
FILT CGIL FIT CISL UGL TRASPORTOAEREO