Archivio documenti

21.10.2014
Secondo incontro con Alitalia sulla fase 2 della mobilità
Comunicato

Secondo incontro con Alitalia
sulla fase 2 della mobilità


Si è svolto oggi, 21 ottobre, il secondo incontro relativo alla fase 2 della mobilità tra Alitalia ed i Dipartimenti Nazionali di FILT CIGL, FIT CISL, UIL Trasporti ed UGL TA.
L'Azienda ci ha confermato che hanno superato la fase selettiva dei job posting 40 PNT, di cui 12 Com.ti e 28 FF/OO.
Essendo questi i numeri, e considerando anche le eventuali ulteriori volontarietà dalla CIGS, lo strumento della SOD nonché il serbatoio del PNT in possesso dei requisiti per la pensione anticipata, possiamo ormai affermare serenamente che siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo che sin dall'inizio ci eravamo prefissati: zero eccedenze PNT.
Abbiamo avuto conferma che Etihad ha interesse a riaprire il Job Posting a breve, e molto probabilmente il JP sarà anche riaperto periodicamente, visto il grande interesse per i Piloti Alitalia e l'arrivo di macchine in Etihad nel triennio.
Le Organizzazioni Sindacali Confederali presenti al tavolo hanno inoltre richiesto all'azienda di coordinarsi con Etihad perrendere ancora più appetibile il Job Posting, contenendo al minimo le tempistiche di accesso al lungo raggio e all'avvio al corso comando per gli aderenti, mentre stiamo altresì sondando le possibilità di poter corrispondere agli interessati nel periodo di aspettativa l'eventuale contribuzione pensionistica.
La riunione è stata aggiornata a giovedì, quando ci aspettiamo risposte dall'Azienda in merito alle richieste fatte.
Rileviamo con piacere che tutte le Organizzazioni Confederali presenti al tavolo, hanno deciso di convergere sull'impostazione da noi data sin dall'inizio di arrivare all'utilizzo tutti gli strumenti, laddove necessario anche quello pensionistico, per non lasciare neanche un solo Comandante o Pilota con il rischio di licenziamento senza sbocchi.
A latere dell'incontro sulla seconda fase mobilità, ci siamo confrontati con l'Azienda anche sulle criticità relative alle basi milanesi e alla chiusura di base Torino.
BASI AEROPORTI DI MILANO
In relazione alla tematica delle basi milanesi siamo in totale disaccordo con l'Azienda, che intende ricorrere al nuovo sistema con basi distinte solo a partire da gennaio 2015, in modo da essere pronti con l'entrata in vigore delle nuove FTL.
Abbiamo ancora una volta ribadito che è necessario trovare una soluzione prima di tale data, nel rispetto del contratto vigente che non prevede più il doppio aeroporto una volta in base, e sottolineato l'inapplicabilità della richiesta al PN di residenza a 50 km da una singola base, qualora si continuasse con l'uso del doppio aeroporto.
Di conseguenza, non appena chiusa la seconda procedura di mobilità, chiederemo un incontro specifico per affrontare questa criticità, non condividendo l'impostazione unilaterale aziendale sulla tematica.


CHIUSURA BASE TORINO
L'Azienda, come sapete, ha confermato la chiusura di Base Torino per il 1° Dicembre 2014.
Abbiamo ancora una volta ribadito che la comunicazione ufficiale della chiusura andrà fatta a tutto il personale
interessato entro i 30 giorni dalla data prevista, come da accordi e contratto vigenti, e sottolineato
l'importanza di inviare al PNT coinvolto entro tale termine anche la modulistica necessaria ad esprimere la propria
preferenza di base.
L'Azienda ha garantito il rispetto di tali tempistiche, e noi monitoreremo che ottemperi agli impegni presi al tavolo
odierno.
Dipartimento Trasporto Aereo - Piloti