Archivio documenti

25.01.2012
Incontro con l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria
Comunicato

Si è svolto in data 25 gennaio 2012 l'incontro tra le Seg. Nazionali e l' ANSF sull'inquadramento del personale. Il Direttore ha comunicato l'avvenuta pubblicazione sulla GU del DPR riguardante il regolamento del personale di ANSF. Giova ricordare che dalla data della pubblicazione decorrono i 120 gg (che scadono il 18 maggio 2012) utili per presentare la domanda di immissione a ruolo del personale attualmente distaccato da FS. Il format di tale domanda è già disponibile ed in assenza di domanda il personale ad oggi distaccato all' ANSF farà rientro in FS. Lo stesso Direttore ha informato che il Comitato di Direzione di ANSF ha approvato e trasmesso al MEF la nuova delibera di equiparazione, prevedendo per l'area professionisti l' istituzione di apposita commissione mista tra ANSF e Ministero per individuare il personale da inserire in tale area. Per quanto attiene l'assegno ad personam, questo sarà oggetto di nuova delibera da parte dell'agenzia senza ulteriori passaggi confermativi da parte dei ministeri. Il Gruppo FS ha comunicato la volontà di rinunciare al preavviso per tutti i lavoratori che transitano in ANSF, mentre per la CLC ha invece espresso il diniego alla prosecuzione degli effetti dell' art. 23 del contratto di confluenza, ribadendo i contenuti della convenzione già stipulata. A seguito di specifica richiesta dell'ANSF, il fondo Eurofer ha comunicato che, in base a una convenzione con ANSF, i lavoratori che oggi versano al fondo di previdenza integrativa potranno continuare a versare la loro quota. L' agenzia continuerà a versare lo stesso contributo di FS. Per quanto concerne il contratto integrativo, la volontà dell' ANSF è quella di procedere ad un confronto negoziale coinvolgendo sia la categoria dei trasporti sia quella dei dipendenti della PA. Come OOSS abbiamo ribadito la necessità che la delibera di equiparazione e gli atti prodotti dall'ANSF abbiano la stessa forza giuridica. Rimane da approfondire il corretto inquadramento nel ruolo dell'ANSF di alcuni profili del personale attualmente distaccato. Rimane, altresì, da definire la data di riferimento per la definizione del montante economico da prendere in considerazione per la costruzione dell'ad personam. Per l' individuazione del personale da inquadrare nell'area professionisti, abbiamo richiesto che vengano definiti dei criteri oggettivi e trasparenti da parte della commissione mista. In merito alla CLC abbiamo chiesto che l' ANSF studi una modalità di compensazione rispetto alla differenza che si verrà a determinare tra la condizione attuale di distacco (CLC dipendente e familiare) e quella di definitiva immissione a ruolo (CLC al solo dipendente) In merito alla contribuzione obbligatoria a carico del datore di lavoro per il fondo Eurofer, abbiamo avanzato la richiesta di un incremento di detta contribuzione ad oggi pari all' 1%. La riunione si è conclusa con un aggiornamento al 9 febbraio. Iin detta data l' ANSF fornirà, sia una proiezione su un numero significativo di figure professionali che una quantificazione del contenuto economico dell'assegno ad personam oltre a dare risposta alle richieste avanzate dalle OO.SS nella riunione di oggi. Roma, 25 gennaio 2012
Le Segreterie Nazionali