Archivio documenti

15.03.2013
Ntv: commissioni tecniche PdM
Comunicato

Nei giorni 13 e 14 marzo 2013 si sono svolte a Roma, presso la sede del Centro Studi della Fit-Cisl Nazionale due Commissioni Tecniche del Personale di Macchina della Società Nuovo Trasporto Viaggiatori. Alle riunioni ha partecipato - in videoconferenza - anche il PdM di Bologna e di Napoli.
I lavori sono iniziati con una serie di considerazioni sugli effetti della crisi economica e finanziaria sul sistema dei trasporti in generale e sul servizio passeggeri Alta Velocità in particolare. Sono poi proseguiti con un approfondimento delle proposte presentate all'azienda per perfezionare gli accordi per la costituzione delle Rsu, l'uso dei locali aziendali e accesso alla rete intranet aziendale, la regolamentazione degli istituti della reperibilità e disponibilità e del Servizio Non Assegnato (Sna), per il libero accesso al servizio passeggeri Ntv in forma gratuita.
Dopo ampio dibattito i partecipanti hanno condiviso l'impostazione del percorso negoziale dando ampio mandato alla Segreteria Nazionale a sottoscrivere, in tempi brevi, le ipotesi di accordo in discussione per poi proseguire il confronto sugli altri temi aperti (es.sistema di valutazione professionale).
Le CT hanno discusso anche di Previdenza Complementare, di aspetti logistici (sale sosta, servizi alberghieri e di ristorazione, trasferimenti di servizio, ecc..), di problematiche connesse ai turni di lavoro e di come sono strutturate le busta paga.
Per quanto attiene alla Previdenza Complementare le CT hanno espresso, rappresentando anche le istanze dei colleghi di altri settori, la necessità di fare chiarezza in merito all'adesione al Fondo Eurofer confermando che la stessa, così come previsto dal CCA Ntv e dallo specifico accordo del 28 dicembre 2011, non è alternativa alle altre forme di welfare previste in azienda.
Relativamente alla logistica è emerso che in qualche impianto (es. Bologna C.le) l'accesso del PdM allo "Staff corner" non è sempre consentito in maniera "fluida" con conseguente imbarazzo e disagio per il PdM costretto a sostare in attesa del treno di competenza.
In merito ai turni di servizio la CT del PdM ha rilevato che quasi tutte criticità sorte in passato sono state risolte e che permangono, tuttavia, ancora diversi aspetti da sistemare (es. variazioni turno).
La CT ha anche deciso di procedere a una verifica del rispetto della "ciclicità ed equa ripartizione" dei carichi di lavoro. Sulle buste paga è stata rilevata una discordanza fra minimo contrattuale e corrispondente aumento periodico di anzianità. Il minimo contrattuale inoltre è indicato in busta paga in maniera non chiara.
Rispetto a Eurofer e all'accesso alle strutture aziendali si attiveranno opportune iniziative, nei modi d'uso, nei confronti dell'azienda.
Per la verifica dei turni di servizio del PdM e delle voci della busta paga, nel corso della prossima settimana, sono previsti due Gruppi di Lavoro che analizzeranno entrambe le tematiche e comunicheranno i risultati alla Segreteria Nazionale per il seguito di competenza.
I lavoratori che hanno riscontrato problemi o errori nelle buste paga possono segnalarli, entro il 20 marzo 2013, al referente del Coordinamento FIT-CISL Ntv del proprio distretto.