Archivio ultime dalla FIT

23.03.2020
Trasporto ferroviario e Servizi
Riunione con la società RFI per esame congiunto per l’accesso alle prestazioni ordinarie del Fondo di sostegno

Nel pomeriggio odierno si è svolta in videoconferenza una riunione tra le segreterie Nazionali e la società RFI convocata per eseguire l'esame congiunto, previsto dalla procedura per l'accesso alle prestazioni del Fondo per il perseguimento di politiche attive a sostegno del reddito e dell'occupazione per il personale delle società del gruppo FSI, così come stabilito dal "Accordo
Quadro Emergenza Codiv-19 " sottoscritto il 19 marzo u.s.

La necessità di ricorrere alle suddette prestazioni ordinarie del fondo si è resa necessaria per la gestione delle ricadute sul personale conseguente alla consistente sospensione / riduzione dei
servizi ferroviari che ha interessato anche tutti i settori di RFI.

Sono stati confermati per il periodo 23 febbraio / 23 marzo i provvedimenti gestionali sin qui attuati per il personale non utilizzato a causa della progressiva contrazione del traffico (assenza retribuita e smart/working), mentre da domani 24 marzo si provvederà alla fruizione delle "ferie rosse", all'utilizzo dei congedi parentali e di Legge 104 per il personale che ne ha diritto.

Per le 4050 unità del personale delle Officine Nazionali Infrastrutture, delle Direzioni e Aree Circolazione, della Navigazione e della Protezione Aziendale, a valle dei citati provvedimenti
legati a ferie arretrate e permessi, è stato previsto l'accesso graduale alle prestazioni ordinarie del fondo, ad iniziare dal prossimo 30 marzo.

Per il personale di Staff, Uffici e Manutenzione Infrastrutture i periodi di riduzione delle attività saranno compensati con la programmazione concordata con il personale dei residui di " ferie rosse"
e con le altre opportunità previste dal suddetto D.L. 18/2020.

Nei prossimi giorni si terranno gli incontri di esame congiunto a livello territoriale in cui saranno specificati nel dettaglio gli ambiti interessati dalla contrazione di attività e i profili professionali
coinvolti.

E' stato, infine, istituito a livello nazionale il "Comitato Aziendale COVID-19", per l'analisi e il monitoraggio delle azioni messe in atto dalla società per il contrasto e il contenimento della
diffusione del nuovo coronavirus, come previsto dalle Linee guida del protocollo in materia sottoscritto il 14 marzo u.s.

Il suddetto comitato è composto da due rappresentati per ciascuna organizzazione sindacale e da altrettanti componenti aziendali.

23 marzo 2020

Le Segreterie Nazionali