Fondo solidarierà Trasporto Aereo

09.05.2017
Informativa riunione Comitato Fondo solidarietà trasporto aereo

Fondo di Solidarietà Trasporto Aereo
Riunione del 9 maggio 2017
In data odierna, il Comitato Amministratore del Fondo di Solidarietà, formalmente convocato, si è riunito per esaminare i punti programmati all'ordine del giorno riguardanti: approvazione del verbale del 28 di marzo, acquisizione comunicazioni del Presidente e approvazione delibere di erogabilità.
Il Presidente al'apertura della riunione ha posto in votazione il verbale del precedente incontro ed ha svolto una relazione sulla sintesi delle entrate/uscite del Fondo aggiornate al 5 maggio 2017, che unitamente al deliberato ancora non speso, danno una disponibilità di cassa pari a 277 milioni di euro.
Nell'attuale disponibilità di cassa, sono inclusi il risparmio di spesa rideterminato con la delibera Tunis Air s.r.l. per un importo pari a 142 milioni di euro e gli importi economici delle delibere d'integrazione mobilità, cig, prestazione di durata e le integrazioni di aspi/naspi, che sono state approvate nella riunione odierna, per un importo complessivo di circa 5,8 milioni di euro.
Nel corso della riunione, il Presidente, ha riferito ai consiglieri del Fondo sul tema della regolarità contributiva, materia disciplinata dal decreto interministeriale n. 95269 del 7 aprile 2016, che l'ufficio legislativo del Ministero del Lavoro, più volte sollecitato dalle direzioni Inps e dal Comitato Amministratore, ha decretato con proprio atto normativo del 20 aprile 2017 sul tema specifico di aziende che si trovano in procedura concorsuale con finalità liquidatorie, stabilendo l'accesso alle prestazioni del Fondo senza il requisito di specie (Durc) precedentemente indispensabile.
Nella nota, l'ufficio legislativo del Ministero, sancisce anche che le prestazioni integrative della mobilità, dell'Aspi o Naspi, sono riconosciute esclusivamente ai lavoratori che siano stati licenziati nell'ambito di un licenziamento collettivo o per giustificato motivo oggettivo.
Un passo avanti verso la semplificazione delle norme in un contesto ancora complesso e troppo farraginoso con troppi enti e direzioni coinvolti alla partecipazione dei riscontri. In questo caso specifico, ancora una volta, il lavoro portato avanti con fermezza e determinazione dal Comitato permette di liberare le domande di aziende rimaste inevase, tra le quali "AMS" e di sbloccare i trattamenti economici in favore di centinaia di lavoratori/lavoratrici posti a dura prova per i tempi della burocrazia.
Il Comitato, per le funzioni di propria pertinenza continuerà a impegnarsi e ad impegnare il Presidente, al fine di ottenere in tempi ragionevolmente brevi la circolare applicativa al decreto interministeriale n° 95269 del 7 aprile 2016, necessaria per il superamento di alcune norme complesse o interpretative.
Nella riunione odierna, il Comitato, ha approvato le delibere d'integrazione al reddito delle domande di mobilità ordinaria, di aspi/naspi per l'intero periodo, di cig, di prestazioni di durata biennio aggiuntivo fino al 31 dicembre 2017 e le delibere di reiezione per mancanza di requisiti riconducibili al contenuto della nota 20 aprile 2017 emanata dall'ufficio legislativo del Ministero del Lavoro.
L'elenco delle delibere delle aziende e compagnie aeree che hanno beneficiato dell'approvazione del Comitato, è allegato alla presente nota.
La prossima riunione del Comitato di Solidarietà è programmata per il giorno 7 giugno 2017.
DIPARTIMENTO NAZIONALE TRASPORTO AEREO