Venerdì 12 Agosto 2022 - 18:33

Trasporto marittimo, le opportunità del Mediterraneo in un convegno Fit-Cisl

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Trasporto marittimo, le opportunità del Mediterraneo in un convegno Fit-Cisl
Comunicati Stampa - Trasporto marittimo, le opportunità del Mediterraneo in un convegno Fit-Cisl

1 Luglio 2022

“Mediterraneo: un mare di opportunità da cogliere”: è il titolo dell’evento, organizzato dalla Fit-Cisl con l’intento di ricreare un momento di confronto sull’andamento attuale e i possibili futuri scenari logistici nel Mediterraneo, che si terrà domani 6 luglio alle 9.30 presso l’Auditorium Donat-Cattin a Roma.

Sarà possibile seguire la diretta streaming sul sito http://fitcisl.org.

Ad introdurre i lavori Monica Mascia, Segretario nazionale della Fit-Cisl, Vincenzo Fausto Pagnotta, Coordinatore nazionale Marittimi nazionali della Fit-Cisl e Francesco Di Fiore coordinatore Ispettorato ITF Italia. Conclude i lavori il Segretario Generale del sindacato dei trasporti cislino, Salvatore Pellecchia.

L’Italia, con i suoi 8.000 km di coste, ha nel mare una enorme risorsa ed è una piattaforma logistica naturalmente protesa nel Mediterraneo, ma, a causa di una scarsa propensione alla proiezione marittima, ha accumulato ritardi infrastrutturali che finiscono per favorire la concorrenza greca, spagnola ed anche nordafricana.

Il Mediterraneo è dunque strategico per il futuro del nostro Paese e delle nostre imprese ed è realmente “un mare di opportunità” da cogliere. In tale contesto la portualità italiana sarà un generatore di sviluppo per le economie dei territori con positive ricadute sull’intera filiera, contribuendo a consolidare ed originare migliaia di posti di lavoro altamente qualificati.

Per attuare un processo di rilancio strutturato e capillare del nostro sistema marittimo-portuale, sfruttandone al massimo le enormi potenzialità, sarà essenziale creare le corrette condizioni per promuovere i necessari investimenti.

Semplificazione burocratica-legislativa, adeguamento infrastrutturale, digitalizzazione, sostenibilità e formazione qualificata sono gli elementi centrali da cui partire per promuovere il processo di rinnovamento del sistema.

L’integrazione mare-gomma, insieme all’integrazione ferro-gomma, rappresentano un valido modello di trasporto intermodale in linea con gli obiettivi di sostenibilità indicati dall’Agenda 2030.

Intervengono: Stefano Messina, Presidente Assarmatori; Mario Mattioli, Presidente Confitarma; Maria Teresa Di Matteo, Vice Capo di Gabinetto Direttore della Direzione generale per la vigilanza sulle Autorità di sistema portuale, il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne – MIMS; Nicola Carlone, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto; gli On. Davide Gariglio, Edoardo Rixi, e Roberto Traversi, IX Commissione Trasporti Camera dei Deputati.

Allegati

File allegati

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]