Martedì 31 Gennaio 2023 - 03:08

Busitalia: Accordo Nazionale contributo welfare e comunicato unitario

Documenti

Documenti / Busitalia: Accordo Nazionale contributo welfare e comunicato unitario
Documenti - Busitalia: Accordo Nazionale contributo welfare e comunicato unitario

29 Novembre 2022

Il 28 novembre scorso le Segreterie Fit-Cisl, Filt-Cgil, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna hanno siglato con la Società Busitalia un verbale d’accordo con il quale si riconosce un contributo di 300 euro da utilizzare in prestazioni di welfare, messe a disposizione nell’ambito della piattaforma del Gruppo F.S., a tutte le lavoratrici e i lavoratori di Busitalia Veneto, di Busitalia Campania e di Busitalia Rail Service.

Il verbale di accordo ha lo scopo di dare supporto alle lavoratrici, ai lavoratori e alle loro famiglie in un contesto economico che li sta mettendo in gravi difficoltà, contrastando il caro vita attraverso prestazioni di welfare.

Il contributo potrà essere utilizzato per la fruizione di tutte le misure di welfare presenti nella piattaforma aziendale quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, rimborso utenze domestiche, trasporto pubblico locale, buoni carburante, buoni spesa, voucher per i servizi di worklife balance o per il tempo libero, nonché al fondo di previdenza complementare a cui il lavoratore aderisce, e sarà riproporzionato in funzione delle assenze che non maturano retribuzione e contribuzione effettuate nell’anno corrente.

Si potrà accedere alla piattaforma welfare a partire dal 12 dicembre e fino al 20 dicembre 2022, utilizzando i benefici fiscali governativi riconosciuti per il 2022 per i rimborsi delle bollette energetiche e per i buoni carburante e dal 1° febbraio per tutto il 2023, usufruendo del regime fiscale che sarà individuato dai futuri interventi legislativi.

Nel medesimo verbale di accordo, le Parti hanno condiviso la necessità di formalizzare il percorso per altri due temi rimasti ancora aperti.

Nello specifico, le Parti hanno condiviso di riaprire il confronto sul premio di risultato ai sensi dell’art. 80 del Contratto Collettivo Aziendale, introducendo, in via sperimentale, una definizione della struttura degli indicatori con valenza per il biennio 2023–2024, con definizione specifica dei valori di riferimento per ciascun indicatore, delle somme da destinare al premio su base annuale, rimanendo la consuntivazione e l’erogazione del premio stesso comunque su base annuale.

A tale proposito le Parti si sono impegnate ad avviare: entro dicembre 2022 i confronti specifici in ogni realtà Regionale per l’individuazione del PdR, che dovranno concludersi entro il 31 marzo 2023; il confronto per la definizione della quota nazionale del PdR, confronto che dovrà concludersi entro la fine del mese di aprile 2023.

Laddove, nel caso in cui a livello territoriale dovessero verificarsi difficoltà nel definire l’accordo per la definizione del premio entro le tempistiche indicate, sarà attenzionato il livello nazionale.

In fine, le Parti hanno individuato la data del 22 dicembre p.v. per avviare il confronto del rinnovo del Contratto Collettivo Aziendale.

In allegato il verbale di accordo e comunicato unitario.

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]