Sabato 25 Maggio 2024 - 17:47

Incontro Ita – OOSS del 27 marzo 2024

Documenti

Documenti / Incontro Ita – OOSS del 27 marzo 2024
Documenti - Incontro Ita – OOSS del 27 marzo 2024

27 Marzo 2024

In data odierna si è tenuto l’incontro delle Segreterie Nazionali delle Organizzazioni Sindacali e delle Associazioni Professionali con il Management di ITA Airways. I dati di bilancio presentati nel corso della presente riunione sono stati oggetto di analisi e approvazione, nella giornata di ieri, da parte del Consiglio di amministrazione.
ITA Airways ha aperto il confronto comunicando che il fatturato del 2023 è stato di 2,4 miliardi di euro, con i ricavi che hanno segnato un incremento del 58% rispetto al 2022. I voli intercontinentali hanno contribuito a generare ricavi per circa 1 miliardo di euro, con un incremento di redditività del 50% rispetto al 2022. Il cargo e i servizi ancillari hanno contribuito al fatturato 2023 per 200 milioni di euro.
Nonostante l’apprezzabile risultato dei ricavi per il 2023, questo si è rivelato inferiore alle previsioni del piano industriale, a causa della complessa situazione geo-politica in Medio Oriente e dei ritardi generali nella consegna degli aeromobili da parte di Airbus, con attese medie pari a 6 mesi per ciascuna macchina.
I voli nel 2023 sono stati 124 mila (+47% in confronto al 2022), con una media giornaliera di 340 voli, mentre il dato del Load Factor (79% nel 2022) ha fatto registrare un miglioramento del 5% nel corso del 2023, con 14,8 milioni di passeggeri trasportati (+50% rispetto al 2022) grazie all’aumento della capacità offerta sul mercato. Fiumicino ha fatto registrare 11 milioni di passeggeri trasportati sul totale, mentre Linate ne ha fatti registrare 3,8.
Il maggior riempimento degli aeromobili, congiuntamente con più contenuti costi del carburante, hanno reso possibile già nel 2023 e con un anno di anticipo rispetto alle previsioni, ottenere un incremento dell’EBITDA da -470 milioni di euro nel 2022 a -70 milioni di euro nel 2023.
La cassa a fine 2023 è risultata essere di 450 milioni di euro, senza quindi mettere in discussione la ben salda continuità aziendale, pur essendo ancora in attesa della positiva definizione dell’acquisizione di un pacchetto di maggioranza da parte di Lufthansa, che avrebbe dovuto portare in bilancio ulteriori 250 milioni di euro. L’aumento di capitale di 250 milioni di euro da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze congiuntamente all’apertura di nuove linee di credito grazie all’appetibilità e alla sostenibilità di ITA Airways, hanno consentito di finanziare interamente l’incremento della flotta. Inoltre, le profittevoli operazioni dell’Azienda e l’equilibrio dei costi e dei ricavi hanno consentito di non bruciare cassa nel corso del 2023.
Nel 2023 la flotta è stata costituita da 19 aeromobili wide-body e 66 aeromobili narrow-body, di cui 38 macchine di nuova generazione (45% del totale) che hanno portato una riduzione del consumo di carburante del 25% circa, oltre a una minore emissione di CO2.
Nel febbraio 2024 l’età media della flotta è di 8,4 anni, grazie a 28 nuovi ingressi di nuovi aeromobili nel corso del 2023. La flotta a fine 2024 arriverà a 96 aeromobili (22 wide-body e 74 narrow-body), con l’ingresso di 3 A330neo nei mesi di gennaio, marzo e aprile e di 5 A220. E’ inoltre stato comunicato che è giunto a Fiumicino il simulatore dell’A220, che diverrà operativo nella prima metà di aprile.
Le previsioni IATA danno i mercati di Africa e Medio Oriente in crescita e nel corso del 2024 si attende una crescita di ITA Airways sul mercato intercontinentale almeno del 40%, grazie a nuove rotte già aperte e ad altre di prossima apertura, tra cui spiccano Chicago e Toronto, oltre a Kuwait City, Riyadh, Gedda, Accra e
Dakar, operate con il nuovo A321neo, configurato con 161 posti suddivisi 3 classi per rispondere al meglio alla domanda di mercato.
Il programma fedeltà Volare ha già registrato oltre 1 milione di iscritti ed è in utile. ITA Airways conta che Volare possa raggiungere nuovi traguardi in breve tempo, essendo stati messi in campo progetti rivolti alla clientela Business/Corporate e grazie al lancio di un programma dedicato ai bambini.
Per quanto riguarda il 2024, ITA Airways si attende di raggiungere i 3,5 miliardi di euro di ricavi.
Il primo trimestre del 2024 ha fatto registrare un Load Factor medio del 78% (+5% sullo stesso periodo del 2023) e un Load Factor specifico sul Lungo Raggio dell’83%.
Questi dati confermano il passaggio da un’Azienda in fase di start-up ad una Compagnia Aerea consolidata sul mercato, con i dati di sicurezza, regolarità e puntualità che hanno raggiunto picchi di eccellenza: dall’87% di regolarità e puntualità delle operazioni del 2023 si è infatti passati nei primi due mesi del 2024 a una puntualità dell’88,9% e una regolarità del 99,9%.
Le OO.SS. hanno richiesto ulteriori dati al Management della Compagnia. Il CASK totale è risultato essere di 0,8 centesimi e il RASK è stato pari a 7,9 centesimi. Entrambi i dati sono risultati in diminuzione rispetto all’anno precedente. Per ciò che riguarda l’EBIT, i costi complessivi sono risultati essere pari a 2 milioni di euro, di cui 286 milioni per il personale.
Per ciò che riguarda il processo di acquisizione da parte di Lufthansa è stato comunicato dal Management di ITA Airways che sono state inviate circa 500 pagine da parte della Comunità Europea contenenti dubbi ed eccezioni sull’operazione. Il MEF e Lufthansa stanno studiando un pacchetto di remedies che verrà sottoposto a market test prima di essere inviato in Europa, entro la scadenza fissata del 26 aprile 2024.
È importante ricordare che le obiezioni della Comunità Europea sono date dalla singolarità della manovra di acquisizione in corso, non assimilabile ad alcuna precedente operazione condotta da Lufthansa e non essendo in corso un salvataggio aziendale bensì un’iniziativa di mercato. Rimane certo che lo scenario di una ITA Airways “stand alone” non sia sostenibile nel lungo periodo, ma i risultati raggiunti e oggi prospettati alle OO.SS., insieme alla stabilità della Compagnia, consentono di guardare con oggettivo ottimismo al proseguo dell’iter di acquisizione di ITA AIRWAYS da parte di Lufthansa.
Alla luce dei risultati comunicati, le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno richiesto di procedere urgentemente ad affrontare e risolvere le criticità segnalate nella lettera unitaria di richiesta di incontro recentemente inviata e, infine, di avviare i lavori propedeutici al rinnovo del CCNL sezione Vettori e del Contratto Collettivo di Lavoro integrativo per i dipendenti di ITA Airways, grazie all’impegno dei quali è stato possibile raggiungere i risultati illustrati. Tali risultati debbono necessariamente portare al giusto riconoscimento per il lavoro svolto dalle persone di ITA Airways.

Segreterie Nazionali Trasporto Aereo

Filt-Cgil Fit-Cisl Uiltrasporti UGL Ta

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail dpo_fitcisl@protectiontrade.it