Sabato 04 Dicembre 2021 - 12:32

Incontro tra Etf e Cer. I negoziati procedono: la firma di un accordo vincolante per la promozione dell’occupazione femminile nel settore si avvicina

Documenti

Documenti / Incontro tra Etf e Cer. I negoziati procedono: la firma di un accordo vincolante per la promozione dell’occupazione femminile nel settore si avvicina
Documenti - Incontro tra Etf e Cer. I negoziati procedono: la firma di un accordo vincolante per la promozione dell’occupazione femminile nel settore si avvicina

16 Giugno 2021

Proseguono in maniera costante gli incontri, al momento ancora virtuali, tra ETF, la Federazione europea dei lavoratori dei trasporti, alla quale come FIT CISL aderiamo, e CER, la Comunità  delle imprese ferroviarie e delle infrastrutture europee. Le negoziazioni, nel quadro del dialogo sociale settoriale europeo supportato dalla Commissione Europea, sono volte a raggiungere un accordo vincolante orientato a promuovere l'occupazione femminile nel settore entro fine anno.

Il percorso, iniziato nel 2019, ha visto svolgersi lo scorso 7 giugno il terzo dei sette incontri di trattativa previsti in questo step finale, per arrivare alla sottoscrizione di un accordo soddisfacente per entrambe le parti coinvolte. Allo stato attuale le discussioni si sono concentrate più sulle tematiche, in senso generale, da inserire nell'accordo, quali le misure per attirare più donne nel settore e fare in modo che rimangano a lavorare nelle imprese ferroviarie, per promuovere lo sviluppo della carriera, per la conciliazione tra lavoro e vita privata (modalità  di lavoro flessibili, maternità , congedi parentali e di cura), per l'attuazione di una prospettiva di genere nella prevenzione della salute, sicurezza e dignità  sul posto di lavoro ed infine lotta alle molestie sessuali e al sessismo. Solo marginalmente, invece, sono stati affrontati i contenuti veri e propri del testo.

È stato, in sintesi, fatto qualche passo avanti nella discussione e si è stati in grado di trovare accordo su alcuni principi relativi alle questioni di genere, così come sono state raggiunte intese su alcune misure da applicare nelle imprese: un buon inizio per ottenere un cambiamento positivo a favore della componente femminile nel settore. Permangono tuttavia alcuni punti di distanza nella trattazione degli argomenti quali la parità  di retribuzione e gli obiettivi quantitativi per la presenza delle donne nei vari ruoli, che saranno affrontati nuovamente nelle prossime riunioni.

Possiamo affermare che in questa sessione ci sono stati segnali positivi sia da CER che da ETF, che sono di buon auspicio per il proseguimento degli incontri e il raggiungimento del fine ultimo.

In EU le donne rappresentano circa il 21% della forza lavoro nel settore ferroviario: un tasso inferiore al tasso di partecipazione delle donne al mercato del lavoro di tutta l'economia (al 46%). Come FIT CISL siamo convinti che la situazione debba evolvere con la promozione della diversità  sul posto di lavoro, e quindi con l'inclusione femminile a tutti i livelli. Tale negoziato rappresenta quindi un'occasione unica al fine di rendere il settore più attraente anche per le donne e sosteniamo fortemente il procedere congiuntamente in un'unica direzione attraverso la concertazione.

Come organizzazione sindacale sosteniamo fermamente il proseguimento della trattativa supportandola con ogni mezzo possibile e con input costanti, perché si raggiunga un testo che sia di reale utilità , senza eccessivi compromessi, per favorire l'occupazione femminile in ogni comparto del settore ferroviario.

Sarà  nostra cura tenervi aggiornati sugli sviluppi futuri.

Roma, 15 giugno 2021

La Segreteria Nazionale

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]