Lunedì 06 Dicembre 2021 - 01:08

Modifica delle modalità  di richiesta degli assegni per il nucleo familiare (ANF)

Documenti

Documenti / Modifica delle modalità  di richiesta degli assegni per il nucleo familiare (ANF)
Documenti - Modifica delle modalità  di richiesta degli assegni per il nucleo familiare (ANF)

1 Aprile 2019

Vi informiamo che a decorrere dal primo aprile 2019 cambiano le procedure per la presentazione delle domande di Assegno al Nucleo Familiare per i lavoratori dipendenti di aziende del settore privato non agricolo. Le nuove modalità  sono illustrate nella circolare Inps n. 45/2019.

Dal primo aprile 2019 non sarà  più possibile consegnare il modello cartaceo al proprio datore di lavoro per ricevere l'importo mensile direttamente in busta paga. Il nuovo procedimento prevede per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, l'obbligo di presentare la domanda direttamente all'INPS, esclusivamente in modalità  telematica.

Per cui, dal primo aprile 2019 le domande di ANF dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica direttamente all'INPS (e non più al datore di lavoro) tramite servizio dedicato sul sito www.inps.it con PIN dispositivo o identità  SPID di livello 2 o CNS oppure tramite Patronato.

Le domande già  presentate al datore di lavoro fino al 31 marzo 2019 non devono essere reiterate ma dovranno essere gestite dai datori di lavoro secondo le nuove indicazioni.

Il richiedente potrà  monitorare l'esito della domanda tramite una specifica sezione nell'area riservata del sito Inps e l'Istituto invierà  all'interessato solo le reiezioni delle domande.

Le variazioni del nucleo o delle condizioni familiari dovranno essere comunicate, sempre dall'interessato, esclusivamente tramite modalità  telematica.

L'importo calcolato dall'Inps sarà  messo comunicato al datore di lavoro tramite Cassetto previdenziale aziendale. Sulla base degli importi teoricamente spettanti il datore di lavoro dovrà  calcolare la somma effettiva in relazione alla tipologia di contratto e alle presenze del lavoratore nel periodo di riferimento, la somma non dovrà  eccedere quella indicata dall'INPS.

Il datore di lavoro erogherà  in busta paga gli importi e procederà  al conguaglio tramite Uniemens secondo le consuete modalità  con esclusivo riferimento ai periodi di paga durante i quali il lavoratore è stato alle sue dipendenze.

Se il datore di lavoro fosse cessato o fallito la prestazione sarà  erogata direttamente dall'INPS e la domanda dovrà  essere presentata tramite il sito www.inps.it, oppure Contact center multicanale, oppure Patronati.

Invitiamo i lavoratori e le lavoratrici a rivolgersi al Patronato CISL-INAS per la presentazione delle domande.

Il Dipartimento Politiche Sociali

Allegati

Scarica il Documento

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]