Sabato 04 Dicembre 2021 - 12:33

Resoconto incontro con Commissari straordinari gruppo Alitalia in A.S.

Documenti

Documenti / Resoconto incontro con Commissari straordinari gruppo Alitalia in A.S.
Documenti - Resoconto incontro con Commissari straordinari gruppo Alitalia in A.S.

11 Maggio 2017

RESOCONTO INCONTRO con COMMISSARI
STRAORDINARI GRUPPO ALITALIA in A.S.
In data odierna, a seguito della richiesta unitaria avanzata dalle scriventi Organizzazioni Sindacali e Associazioni Professionali, si è tenuto l'incontro convocato dai Commissari Straordinari del Gruppo Alitalia in A.S..
I Dott. Gubitosi, Laghi e Paleari hanno illustrato alle Parti Sociali le azioni già  in fase di esecuzione e in via di predisposizione.
Come noto, per effetto del Decreto Legislativo n. 55 del 2 maggio u.s., il Gruppo Alitalia è ora in Amministrazione Straordinaria.
I Commissari, nell'ambito delle disposizioni che la legge consente, sono già  al lavoro per predisporre la Relazione sulle cause che hanno condotto il Gruppo Alitalia SAI in uno stato di sostanziale insolvenza che ha poi generato la richiesta di Amministrazione Straordinaria. Tale relazione consentirà  di porre in essere le misure che le autorità  competenti dovessero ritenere idonee.
Già  per domani è attesa la nomina del Giudice Delegato per la gestione del cd. 'Stato Passivo' da parte del Tribunale di Civitavecchia, territorialmente competente.
A valle della su citata nomina e dei contatti formali che l'Amministrazione Straordinaria avvierà  con il Giudice, saranno più chiare le modalità  per avanzare richiesta di insinuazione allo 'Stato passivo' da parte dei Creditori a carattere generale e nello specifico da parte dei dipendenti della Società  relativamente alle componenti delle retribuzioni da essi maturate entro lo scorso 2 maggio (a titolo esemplificativo, ci riferiamo alle componenti variabili maturate il mese di aprile - il 'volato' per il PN e 'notturni e straordinari' per il Personale di Terra, non ancora erogate, ai ratei di 13ma e 14ma mensilità , i riposi non goduti).
Con riferimento al "bando di vendita", la cui tempistica di emissione è indicata nel decreto ministeriale, i Commissari hanno annunciato che sarà  formulato in maniera tale da poter prevedere la manifestazione di interesse nelle "tre forme" che la legge prevede, ovvero: la Ristrutturazione, la Vendita dell'intero complesso aziendale o di Beni e Contratti.
I soggetti eventualmente interessati saranno ammessi ad una 'due diligence' (attraverso la cd. 'data room') orientativamente per 45 - 60 giorni al fine di formulare offerte non vincolanti.
L'Amministrazione Straordinaria, sulla base delle caratteristiche dei soggetti interessati e delle offerte manifestate, sceglierà  i soggetti ritenuti idonei per avanzare le offerte vincolanti (attraverso versamento di caparra confirmatoria).
L'azione commissariale già  in corso ha attivato specifici "focus di analisi" a partire delle aree di maggior costo dove é stato ravvisato un discreto margine di recupero: ci riferiamo ai contratti di "hedging" sul carburante, leasing aeromobili e manutenzione appaltata a terzi.
E' in corso il sollecito dei pagamenti che diversi fornitori hanno erroneamente interrotto mentre i crediti vantati dagli stessi rispetto a periodi antecedenti al 2 maggio dovranno essere richiesti al Giudice del Tribunale, che provvederà  ad evaderli una volta realizzata la vendita della Società .
Gubitosi, Laghi e Paleari hanno ribadito che sono intenzionati ad utilizzare le "leve" che l'Art. 50 della legge 270/1999 consente, ovvero la facoltà  di sciogliere i contratti ritenuti "fuori mercato".
E' evidente che tale leva verrà  modulata perché la rescissione dei contratti può avere effetti che al momento non sono ritenuti vantaggiosi (es. restituzione aerei).
Il "taglio dei costi", che spazierà  dalle aree maggiormente critiche - affrontate per prime - a quelle di minor rilevanza, procederà  di pari passo rispetto alla predisposizione di un piano industriale, definito di "traghettamento", che la Gestione commissariale dovrà  presentare, presumibilmente entro le prossime 6 settimane.
E' in corso l'analisi dei piani precedentemente predisposti per comprenderne la "ratio" con cui sono stati impostati: a valle di tale analisi e secondo un principio di equilibrio finanziario dato dalle risorse ad oggi disponibili, verrà  varato, quindi, un "piano di discontinuità  per preservare la continuità  aziendale", oggettivamente diverso per natura e sostanza rispetto ai precedenti.
In materia di contratti di lavoro, i Commissari hanno sottolineato che verranno discussi solo a valle del "taglio dei costi" su commentati, pur nella consapevolezza che un confronto sul rinnovo dei contratti applicati va affrontato, auspicabilmente in maniera convergente, entro tempistiche comunque stringenti.
A specifico quesito di parte sindacale, la AS ha comunicato che il bilancio del 2016 non é stato approvato e che la disponibilità  di cassa ad oggi é costituita dalla prima tranche del "prestito - ponte" erogata dal Governo.
Nonostante l'esposizione dell'azione commissariare riferita agli aspetti burocratici abbia avuto carattere meramente tecnico - informativo, abbiamo tenuto a rimarcare che l'impatto dello "switch" fra ALITALIA SAI e ALITALIA in AS ha, per i soli effetti di natura giuridica, un impatto moto rigido sui Dipendenti.
Pertanto, sono state proposte delle misure alternative relativamente alle pendenze pregresse che il Commissario responsabile della specifica materia, il Prof. Laghi, si é premurato di analizzare congiuntamente con il Giudice una volta nominato.
E' stato inoltre avanzato il tema, di specifico interesse per il Personale Navigante, del contratto di Solidarietà  Difensiva in essere che é, di fatto, cessato con ALITALIA SAI.
In risposta, la AS ha evidenziato che verrà  valutata congiuntamente con OO.SS. e AA.PP. la "sostituzione" dello stesso con l'apertura di una cassa integrazione prevista in caso di amministrazione straordinaria di grandi imprese in crisi, ai sensi della legge n. 236/93.
Nello prossime ore verrà  stilato un calendario di incontri riferito alle specifiche fasi che verranno affrontate.
Sarà  nostra cura tenervi puntualmente informati.


FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI UGL TRASPORTO AEREO
Segreterie Nazionali

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]