Martedì 31 Gennaio 2023 - 03:10

Riunione con il Management di Mercitalia Rail

Documenti

Documenti / Riunione con il Management di Mercitalia Rail
Documenti - Riunione con il Management di Mercitalia Rail

20 Gennaio 2023

Nella giornata odierna si è svolta la riunione con il Management di Mercitalia Rail. In apertura di riunione l’AD ci ha illustrato quanto accaduto nel 2022, nei primi 5 mesi si sono sviluppati dei traffici importanti che hanno inciso positivamente sul totale del fatturato, dopo di che si sono sentiti i primi effetti della guerra russo-ucraino che ha portato un aumento dell’energia in modo esponenziale, ciò ha avuto anche un impatto nel settore siderurgico tant’è che c’è stata una flessione abbastanza importante da settembre in avanti. Anche sul marittimo c’è stata flessione lo si può vedere dal costo dei noli dei containers dovute alle dinamiche sui mercati internazionali vedasi America e Cina.
Altri settori in cui Mir è molto attenta facendo sinergia con le altre Società del Polo è l’intermodale internazionale, il traffico dei rifiuti e quello dei cereali. Il fatturato del 2022 nonostante le criticità di cui sopra è stato superiore a quello del biennio 2020/2021, l’obiettivo del 2023 è quello di fatturare quanto fatto nel 2019, visto anche i forti investimenti da parte del Gruppo FS per rilanciare il settore della logistica. Nell’arco di piano Mir acquisterà 280 locomotori, di cui 20 sono stati già contrattualizzati con previsione di consegna da parte della società costruttrice a fine anno 2023, inoltre sempre nell’arco di piano saranno acquistati 3000 carri che saranno utilizzati nei vari prodotti.
Nel 2022 sono stati assunti 247 macchinisti neodiplomati e 145 TpT neodiplomati, sono stati effettuati 90 trasferimenti, compatibilmente con le esigenze produttive si continueranno a fare i trasferimenti.
In merito al processo di valorizzazione del personale operativo l’AD ha comunicato che lo stesso sta proseguendo, che a breve sarà emanata una manifestazione d’interesse per la ricerca di lavoratori per la gestione del personale in previsione del turnover.
Nonostante il mercato del 2023 sia instabile dovuto a variabili esterni alla Società, a cui si sommano le interruzioni previste da RFI per adeguamento dell’infrastruttura, le assunzioni proseguiranno in modo che la società possa essere pronta nel caso in cui riparta il mercato o richieste estemporanee di traffico, visto che comunque Mir non ha volumi garantiti ma li deve conquistare sul mercato che è fortemente liberalizzato, per fare ciò si stanno mettendo in atto accordi di partnership con altri player della filiera logistica avvalendosi del supporto del Polo.
A seguito delle dichiarazioni Aziendali come OO.SS abbiamo ribadito che nella maggior parte dei territori è presente una forte conflittualità dovuta a temi gestionali e di produzione che non possono essere sottovalutati o rinviati sine die : come la carenza dei tablet, atteggiamenti unilaterali sulla gestione delle ferie, adeguamento
dei livelli professionali in relazione alle mansioni svolte (istruttori), criticità sugli aspetti riguardanti la logistica, chiarezza sulle mansioni da svolgere per le figure professionali denominate COI e APT, rispetto del CCNL in relazione ai riposi per gli equipaggi MEC 3, lavorazioni a carico del Pdm in alcune località nonostante siano presenti i TpT, la mancanza delle divise , in molti casi esiste la mancata fruibilità dei pasti o con esborsi eccessivi a carico dei lavoratori , la difficoltà di mettersi in contatto in alcuni territori con il COT o il 303 giurisdizionale questo è dovuto a un’organizzazione che ha dimostrato le sue debolezze e pertanto necessitano degli interventi mirati per porre rimedio .
Alla luce di ciò abbiamo chiesto un incontro da tenersi nel breve, affinché rispetto a quanto denunciato vengono date delle risposte risolutive, inoltre abbiamo chiesto un riepilogo nazionale della suddivisione della forza lavoro divisa per mestiere, la suddivisione delle assunzioni fatti nei vari territori , e le località che sono state interessate dai trasferimenti con le relativi quantità.
Abbiamo condiviso l’incontro per il 3 febbraio pv, nel caso in cui non ricevessimo risposte su quanto denunciato non ci resterà che aprire le procedure di raffreddamento a livello Nazionale.
Roma, 20 Gennaio 2023
Le Segreterie Nazionali

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]