Lunedì 17 Giugno 2024 - 13:17

Sciopero nazionale dei lavoratori delle aziende di handling 19 Maggio 2023 dalle ore 12.00 alle ore 16.00

Documenti

Documenti / Sciopero nazionale dei lavoratori delle aziende di handling 19 Maggio 2023 dalle ore 12.00 alle ore 16.00
Documenti - Sciopero nazionale dei lavoratori delle aziende di handling 19 Maggio 2023 dalle ore 12.00 alle ore 16.00

10 Maggio 2023

Il 17 Aprile 2023 è stata proclamata la prima azione di sciopero per i lavoratori di tutte le aziende di handling negli aeroporti italiani per il giorno 19 Maggio 2023 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.
Le motivazioni alla base dello sciopero sono il mancato rinnovo del CCNL Trasporto Aereo sezione Assohandlers scaduto a Dicembre 2016 e, per la parte economica, a Giugno 2017.
Durante i numerosi incontri avuti con l’Associazione datoriale in questi ultimi mesi, Assohandlers ha continuato a ribadire la sua unica possibilità: arrivare ad un rinnovo contrattuale “congruo” per garantire la sostenibilità economica delle proprie aziende associate. Ha avanzato richieste irricevibili come la riduzione della fascia oraria notturna, la mancata retribuzione dei primi tre giorni di malattia dopo il terzo evento nell’arco dell’anno (c.d. carenza malattia) e ulteriori flessibilità rispetto a quelle già previste. Inoltre
l’Associazione ha proposto un riconoscimento economico assolutamente inadeguato.
A fronte di tale presa di posizione le Organizzazioni Sindacali sono state sempre molto chiare e ferme nel ribadire la necessità di un rinnovo che restituisse una dignità salariale, tutele e qualità della vita ai lavoratori dell’handling.
Le OO.SS. hanno sempre manifestato la crescente problematicità, in questo settore, anche quella dovuta alla difficoltà delle aziende nel reperire nuove/i lavoratrici/lavoratori, a causa dei ritmi e turni di lavoro particolarmente gravosi.
Assohandlers persevera nel voler ignorare che la soluzione non può che essere un rinnovo contrattuale che restituisca finalmente attrattività e dignità al lavoro dell’handling, aggiornando all’inflazione i salari fermi da oltre 6 anni.
Questa platea di lavoratori è quella che durante la pandemia, con grande senso di responsabilità e spesso a rischio per la propria salute, ha anche contribuito a garantire tutti i servizi richiesti.
Le scriventi hanno richiesto: un adeguamento salariale pari a 270 euro, una cifra adeguata a copertura della vacanza contrattuale, aumento giorni di ferie, l’introduzione della sanità integrativa, aumento previdenza integrativa, regolamentare l’orario di lavoro, turnazioni compatibili con la vita privata dei lavoratori.
Le Organizzazioni Sindacali
dicono NO alla riduzione della fascia notturna!
dicono NO all’introduzione della carenza malattia!
il rinnovo contrattuale non può essere pagato dai lavoratori!
pertanto le strutture territoriali e regionali attiveranno lo stato di agitazione, assemblee, presidi, volantinaggio e tutte le iniziative che reputeranno necessarie al sostegno della vertenza ed al buon esito
dell’iniziativa di sciopero.


SEGRETERIE e DIPARTIMENTI NAZIONALI
FILTCGIL FITCISL UILTRASPORTI UGL TA

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail dpo_fitcisl@protectiontrade.it