Lunedì 24 Gennaio 2022 - 23:36

Sostegni bis: Sindacati, verso sciopero per misure di sostegno a settore portualità 

Documenti

Documenti / Sostegni bis: Sindacati, verso sciopero per misure di sostegno a settore portualità 
Documenti - Sostegni bis: Sindacati, verso sciopero per misure di sostegno a settore portualità 

9 Luglio 2021

"Siamo pronti a proclamare lo stato di agitazione dei lavoratori di tutti i porti del nostro Paese con la previsione di arrivare anche una specifica azione di sciopero affinché ci possa essere un rapido ravvedimento per portare a conclusione l'iter legislativo a favore della portualità  del Paese". Ad affermarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti a sostegno dell'emendamento al Decreto Sostegni bis relativo alla riduzione dei canoni concessori per il 2021 e per i ristori alle imprese portuali.

"Siamo di fronte - spiegano le organizzazioni sindacali - ad un'ulteriore colpo di mano che rischia di affossare l'intera economia portuale ed i suoi protagonisti, lavoro e lavoratori. E' inspiegabile come si possa stravolgere e svuotare il risultato di un lavoro lungo e puntuale capace di dare respiro alle enormi e persistenti difficoltà  derivanti dalla pandemia. Il nuovo ed ingiustificato intervento della Ragioneria di Stato, pur in costanza di avanzi di amministrazione delle Autorità  di Sistema Portuale, rende tutto più difficile ed alimenta un forte malcontento nonché tensione tra gli stessi lavoratori".

"A questo punto - chiedono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - sarebbe utile che le stesse imprese portuali facessero sentire il loro malcontento e si schierassero a sostegno della nostra mobilitazione".

"Il sistema della portualità  - sostengono infine le organizzazioni sindacali - non si rilancia solo con l'implementazione delle infrastrutture e la revisione della governance, ma occorre soprattutto avviare una politica industriale del sistema portuale per renderlo competitivo con quelli dei paesi concorrenti. In sintesi il Pnrr da solo non basta, ma occorre agire su tutti gli errori compiuti in passato che hanno portato l'Italia in posizione di svantaggio rispetto agli altri paesi europei".

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]