Archivio Comunicati stampa

04.11.2020 ore 18:34
Ufficio Stampa
Trasporti, Pellecchia: Carenze e ritardi non scaricabili sui lavoratori

"Il peso degli errori di sottovalutazione e della carenza di programmazione nell'affrontare la seconda ondata pandemica non può essere scaricato sui lavoratori del settore trasporti". Lo rileva il segretario generale della Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia, a margine della riunione odierna con i segretari regionali della federazione cislina. In merito alle criticità del trasporto pubblico, Pellecchia ricorda che la Fit-Cisl aveva prospettato a tempo debito varie soluzioni, tra cui la possibilità di ricorrere ai bus turistici per alleviare la penuria di mezzi e il ricorso a una politica di modulazione intelligente degli orari delle scuole e dei luoghi di lavoro, a partire da un confronto ad ampio raggio tra i soggetti istituzionali coinvolti in particolar modo a livello territoriale. "Ora - continua Pellecchia - vanno rapidamente colmate queste lacune e questi ritardi, definendo finalmente, sia a livello nazionale sia sul piano locale, una strategia coerente e lungimirante per la gestione del trasporto pubblico, in modo da garantire un servizio efficiente ai cittadini e la massima sicurezza per gli utenti così come per tutti gli operatori del settore prevenendo anche possibili problemi di ordine pubblico. Il governo deve predisporre gli ammortizzatori sociali necessari per fare fronte alla crisi di eccezionale gravità determinata dall'impatto con il Covid-19 ponendo al contempo le basi - conclude il segretario generale della Fit-Cisl - per il pieno rilancio economico e sociale del Paese".