Sabato 04 Dicembre 2021 - 12:08

Trasporti, Piras: Siamo preoccupati da dichiarazioni di Camanzi

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Trasporti, Piras: Siamo preoccupati da dichiarazioni di Camanzi
Comunicati Stampa - Trasporti, Piras: Siamo preoccupati da dichiarazioni di Camanzi

12 Luglio 2017

"Ci preoccupano fortemente le dichiarazioni del Presidente Camanzi, rispetto alle ipotesi di sostituzione dei «servizi di trasporto di linea in condizioni di "domanda debole"» con alternative non altrettanto garantite, non vorremmo fosse messo in discussione il diritto alla mobilità  dei cittadini", così Antonio Piras, Segretario generale della Fit-Cisl, commenta un passaggio della relazione al Parlamento del Presidente dell'Autorità  di regolazione dei trasporti.

Prosegue Piras: "Premesso che non abbiamo paura delle novità  e che non siamo contrari per definizione alla presenza sul mercato di nuovi player, non avendo riscontrato nella relazione alcun riferimento a regole comuni per il trattamento normativo e retributivo dei lavoratori dei singoli comparti dei trasporti, siamo preoccupati se, ancora una volta, il conto per garantire alle imprese condizioni di accesso eque e non discriminatorie alle infrastrutture ferroviarie, portuali, aeroportuali e alle reti autostradali, lo devono pagare i lavoratori.

Attualmente a parità  di condizioni di lavoro esistono trattamenti diversi e, spesso, discriminatori e non equi per le lavoratrici e i lavoratori interessati".

"Per queste ragioni - prosegue Piras - al Parlamento chiediamo di assumere una posizione chiara su questo tema.

Per quanto riguarda il sistema dei pedaggi ferroviari ci chiediamo perché, in un segmento come quello dell'alta velocità  dove il "mercato aperto" consente alle aziende che vi operano di fare significativi utili, le misure adottate dall'Autorità  non prevedono, oltre al recupero delle risorse necessarie ad assicurare l'indipendenza del gestore dell'infrastruttura, anche una quota da destinare a investimenti per l'ammodernamento delle rete storica e alla costruzione di nuove linee, in particolare nel Sud del Paese, atteso che la linea ad alta velocità  è stata costruita con contributi pubblici. In tal modo si garantirebbe un considerevole miglioramento della mobilità  a milioni di pendolari, lavoratori e studenti".

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]