Archivio Comunicati stampa

09.03.2018 ore 13:37
Ufficio Stampa
Gare Tpl, Pellecchia: Troppi pasticci gare regionali

"Il caso della Valle d'Aosta è estremamente preoccupante. Nel fare la gara per assegnare il servizio di trasporto pubblico locale su rotaia la Regione ha previsto una clausola sociale parziale. Occorre un cambio di passo", così dichiara Salvatore Pellecchia, Segretario Generale Aggiunto della Fit-Cisl.

"I pendolari di tutta Italia si lamentano della qualità del servizio - prosegue Pellecchia - in via prioritaria rispetto alla puntualità, all'età del materiale rotabile e in relazione al comfort e alla pulizia dei treni. Più recentemente è emerso anche il fenomeno delle aggressioni. Se le Regioni continuano a tagliare i fondi a disposizione, la situazione non può che peggiorare.

Come sindacato poi non possiamo non puntare il dito sul drammatico problema della mancata previsione della clausola sociale per tutti quegli operatori necessari allo svolgimento del servizio. Nel caso di specie la Val d'Aosta ha previsto la clausola sociale solo per 41 dei 141 addetti nonostante che i volumi di attività non diminuiscono. Non è possibile che le varie "Autorità" non si preoccupino anche di questo aspetto che è fondamentale per garantire la sicurezza e la qualità del servizio".