Archivio comunicati

14.12.2015
Sottoscritta ipotesi di rinnovo della Sezione specifica degli Handlers
Comunicato

CCNL Trasporto Aereo:
Sottoscritta ipotesi di rinnovo della Sezione specifica degli Handlers


Dopo una lunga e difficile trattativa, nella serata dell'11 Dicembre scorso è stata sottoscritta l'ipotesi di rinnovo dell'ultima sezione del CCNL del Trasporto Aereo, per completare quel percorso iniziato due anni fa, teso a dotare di un unico strumento contrattuale i lavoratori dell'intero settore. Non è un caso che la parte dell'handling sia stata quella più difficile da
chiudere con un accordo, stante la disastrosa situazione, in cui versano le aziende di questo settore, dovuta alla selvaggia e feroce concorrenza, in un mercato liberalizzato, con poche regole, spesso disapplicate.
Le continue resistenze delle aziende nel trovare un punto di condivisione soddisfacente tra le parti, dovute spesso alle loro pessime condizioni economico-finanziarie interne,
all'assenza di forme regolamentari, applicate e controllate, e, quindi, al continuo ribasso delle tariffe, unico strumento per aggiudicarsi nuovi clienti vettori.
Il risultato ottenuto, frutto di una ragionevole mediazione, è stato il più soddisfacente ed apprezzabile possibile.
L'elemento cardine e premiante di tutto il rinnovo consiste nell'aver definito finalmente una clausola sociale, più completa e più esigibile, tesa ad evitare le continue interpretazioni o disapplicazioni, che hanno caratterizzato i trasferimenti di attività di handling in questi anni. Il settore si è dotato di uno strumento efficace, che sarà in grado di evitare i tanti conflitti sociali, finora avuti, e promuovere la salvaguardia occupazionale. Inoltre si è condiviso tra la Parti che nei passaggi di attività sia mantenuta la disciplina dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Le Parti firmatarie hanno anche sottoscritto un protocollo di intenti, con l'obbiettivo comune di tutelare le aziende e i lavoratori del settore, anche nei confronti delle Istituzioni, con più articolate relazioni industriali, così come richiesto dalle Autorità negli ultimi incontri ministeriali.
La parte normativa, in questo rinnovo, è stata caratterizzata dall'adeguamento alla riforma del lavoro, nota come Jobs Act, in particolare al Dlgs. 81/2015 sul mercato del lavoro.
L'aumento dei minimi tabellari sono stati in linea con le altre sezioni del settore aereo, cioè 117 euro medi al 4° livello, divise in tre tranches: 1 febbraio 2016 35 Euro, 1 novembre 2016 35 Euro e 1 gennaio 2017 47 Euro, tuttavia vi sarà da gennaio 2017 la revisione della tabella EDR. Nonostante le difficoltà economiche e la forte resistenza delle aziende, il sindacato è riuscito ad ottenere 400 euro di una tantum per la vacanza contrattuale, erogabili nel mese di Aprile 2016, proporzionati all'orario di lavoro, per tutti, anche per coloro che saranno coinvolti in passaggi di clausola sociale. Per la sola vigenza contrattuale non ci sarà effetto trascinamento degli aumenti sulle maggiorazioni orarie degli istituti variabili del contratto, ma la norma contrattuale prevede una decadenza certa, con una data di allineamento automatico.
L'adeguamento dell'orario settimanale è di 38.30 di lavoro, come è stato sottoscritto in tutte le altre sezioni, stante la differenza sostanziale che sarà esigibile per massimo 24 ore annue di flessibilità, con limite di 8 ore mese e 2 ore al giorno, lasciando invariato l'attuale regime orario di prestazione a 37.30. Sono state abrogate le festività soppresse, come in altri settori, e sono state sostituite da 4 giornate di ROL per tutti i lavoratori. Con la sottoscrizione di questo rinnovo, che ha richiesto tantissimi incontri, in un contesto aeroportuale, dove le aziende, spesso ricorrono all'utilizzo di ammortizzatori sociali per sopravvivere al mercato interno e dove, purtroppo a volte, falliscono, le Parti si ritengono soddisfatte di avere finalmente posto le condizioni di far applicare in futuro un contratto nazionale unico ai lavoratori del settore e si augurano che i Ministeri preposti ratificheranno quanto prima tale condizione, al fine di evitare i continui dumping sociali e salariali.
Le OO.SS. porteranno questa ipotesi di rinnovo contrattuale alla valutazione dei lavoratori in un referendum, che si terrà quanto prima nel mese di gennaio per la validazione dell'accordo e la successiva applicazione.


I Dipartimenti Nazionali Trasporto Aereo
FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI UGL T.A.

IL TUO CONTRATTO