Archivio comunicati

21.01.2011
CRITICITA’ PNT GRUPPO ALITALIA CAI: RIPRENDE IL CONFRONTO
Comunicato

CRITICITA' PNT GRUPPO ALITALIA CAI: RIPRENDE IL CONFRONTO



Martedì 25 Gennaio 2011 riprenderanno gli incontri tra Alitalia CAI e le Rappresentanze dei Piloti di CGIL, CISL, UIL ed UGL, in merito alle problematiche di Categoria, che erano state interrotte prima delle festività di fine anno a causa dell'inadeguatezza delle risposte aziendali alle nostre richieste.


In queste settimane abbiamo esercitato una forte e costante azione sindacale, ai massimi livelli, per ribadire l'assoluta esigenza di interventi concreti, finalizzati a risolvere le principali criticità in materia di:

· corretto dimensionamento degli organici, anche in considerazione del mutato programma di phase in, phase out dei vari a/m

· concessione del Part Time in tutti i settori

· basi periferiche: verifica organici, modalità di impiego degli equipaggi e implementazione dei meccanismi di rientro

· criteri di stabilizzazione dei Contratti a Tempo Determinato

· qualità della vita: turnazione, perequazione, avvicendamenti estesi, ferie, riposi, riserva, riserva in campo, ecc.

· tutela professionale: addestramento e controllo, regolamentazione utilizzo FAD e EFB, safety e security, ecc

· concessioni di viaggio per il PNT in servizio e in CIGS

Altro punto fondamentale della trattativa riguarda City Liner, in considerazione della recente scelta aziendale di sostituire sia il CRJ 900 che gli Embraer 170 di CAI First con i nuovi velivoli Embraer 175 e 190. Questo complesso programma di transizioni dovrà garantire le tutele di tutto il PNT coinvolto.


In particolare abbiamo richiesto con forza ad Alitalia di attuare misure sul network per permettere ai Piloti City Liner, al momento inspiegabilmente sotto impiegati, di svolgere livelli di attività in linea con quelli previsti al momento della stipula del nuovo CCL.


Qualora scelte commerciali discutibili o inefficienze di rete, non consentissero un adeguato utilizzo degli equipaggi City Liner, dovranno essere adottate adeguate misure compensative che rispettino la professionalità garantita dalla Categoria.


Il previsto sviluppo del Polo Regional, che vedrà il prossimo ingresso di un cospicuo numero di nuovi aeromobili, dovrà inoltre prevedere eque opportunità di sviluppo professionale (passaggi macchina, corsi comando, nomine TRI, TRE) al PNT che accetterà il richiamo dalla CIGS, ai Colleghi che transiteranno dalle altre realtà del Gruppo ed alla popolazione già residente in City Liner.


Fondamentale quindi l'introduzione di corretti meccanismi di Circolarità, che andranno alimentati in futuro, e solo quando sarà esaurito il Bacino CIGS, anche attraverso l'individuazione di City Liner come realtà Entry Level del Gruppo Alitalia CAI.


Abbiamo già veicolato al management di Alitalia CAI la nostra determinazione ad ottenere risposte concrete su tematiche di tale rilevanza, in considerazione dello straordinario sforzo ed all'attaccamento all'azienda dimostrato dalla Categoria in questi due difficili anni di avvio delle operazioni della Nuova Alitalia.


Si deve infatti in gran parte alla professionalità dei Piloti se il momento dell'emergenza è ormai alle nostre spalle e, come sembrano indicare i principali indicatori economici aziendali, siamo ormai prossimi al raggiungimento del bilancio di esercizio.


Lo start up adesso è terminato ed Alitalia deve ricominciare ad investire sui Piloti.


Per questo la nostra Organizzazione è fortemente determinata ad ottenere il massimo da questa trattativa, specialmente in materia di miglioramento della qualità della vita e Part Time, elementi importanti per la tutela del PNT già assunto ed indispensabili per velocizzare il processo di rientro dei Colleghi dalla CIGS.


In mancanza di risposte concrete ed efficaci alle nostre richieste non esiteremo a porre in essere adeguate azioni sindacali, nessuna esclusa, per difendere le prerogative di tutti i Piloti del Gruppo Alitalia CAI.



Roma 21 Dicembre 2011



FIT CISL Piloti
Comunicazione