Archivio comunicati

08.06.2011
Anas: i lavori del Coordinamento Fit
Comunicato

Nei giorni 6 e 7 giugno 2011 si è svolto il Coordinamento Nazionale dell'Area Contrattuale Anas presso il Centro Studi della Fit-Cisl a Roma.

Nell'ambito dei lavori, durati due giorni, l'argomento centrale su cui si è dibattuto, è stata la proposta di legge in corso di definizione presso la Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera, inerente la riforma dell'Anas Spa ed il suo riassetto in senso federalista.

Un processo fallimentare già avvenuto in Anas (non mancano esempi di restituzione delle strade regionali di nuovo all'Anas - Abruzzo, Liguria) che, anziché produrre benefici per il territorio, ha palesato le difficoltà gestionali a tutto discapito della cittadinanza e dell'utenza.

In questa fase di accelerazione improvvisa delle proposte di legge provenienti da tutte le forze politiche, la Fit-Cisl, interessata al processo in atto, continuerà a vigilare sulla delicata problematica in questione, coinvolgendo tutta l'organizzazione e condividendo anche con il mondo sindacale e con tutti gli interlocutori competenti, una soluzione urgente e immediata alla problematica in essere, tesa a salvaguardare l'unitarietà della rete stradale nazionale e gli assetti occupazionali dell'Anas.

I conseguenti effetti negativi, potrebbero ripercuotersi sui dipendenti e sulla società Anas, già in forte difficoltà per effetto della Legge 122/2010 (manovra correttiva di contenimento della finanza pubblica) che ha causato, oltre al blocco occupazionale, il congelamento delle retribuzioni.

Tale Legge, che determina limitazioni, vincoli e divieti, dovrà essere cambiata attraverso un provvedimento legislativo che consenta ad Anas di esercitare le sue funzioni di mantenimento degli standard di sicurezza e manutenzione ordinaria e straordinaria della rete viaria nazionale.

E' stato analizzato, infine, lo stato dei lavori del Contratto della Viabilità, rinviando ad una apposita riunione in seno al Dipartimento della Viabilità, gli approfondimenti che scaturiranno dai prossimi incontri già convocati nel mese di giugno.

IL TUO CONTRATTO