Archivio ultime dalla FIT

02.08.2017
TPL e Internavigatori
Trasporto ferroviario e Servizi
DL Sud, Piras: un passo avanti anche per autoferrotranviari e ferrovieri

"Esprimiamo soddisfazione per l'affidabilità dimostrata dai rappresentanti del Ministero dei Trasporti relativamente all'approvazione del decreto legge Sud, perché tra gli altri contenuti la norma ricomprende anche quanto concordato il 12 giugno tra i sindacati maggiormente rappresentativi e il Mit in materia di clausola sociale e contrattuale per autoferrotranviari e ferrovieri", così dichiara Antonio Piras, Segretario generale della Fit-Cisl.

"Da oggi in caso di cambio azienda - prosegue Piras - alle lavoratrici e ai lavoratori del settore della mobilità verranno riconosciuti e applicati tutti i diritti acquisiti, a dispetto di quanti anche in sedi istituzionali come l'VIII Commissione del Senato, evidentemente sentendosi perennemente in campagna elettorale, avevano definito l'accordo siglato con il Mit carta straccia.

Particolarmente tutelante è la previsione relativa alla riqualificazione del personale inidoneo alle attività di guida e similari che potrà essere utilizzato nell'ambito del contrasto all'evasione tariffaria. A questo punto con il varo di queste normative sarà più facile perseguire l'obiettivo del contratto unico della mobilità, per la definizione del quale la scorsa settimana abbiamo inviato le linee guida di piattaforma alle associazioni datoriali di riferimento".

"Auspichiamo - conclude il Segretario generale - che le associazioni datoriali convengano sulla necessità di semplificazione e diminuzione dei contratti, in quanto il settore ha bisogno di normative moderne e adeguate che contemperino la tutela dei diritti e degli interessi legittimi delle lavoratrici e dei lavoratori e al tempo stesso consentano di offrire ai cittadini un servizio adeguato alle loro aspettative. Ricordiamo che per raggiungere tale obiettivo sono indispensabili gli investimenti utili ad ammodernare il parco automezzi anche con lo scopo di dotare i nuovi mezzi della tecnologia necessaria per scoraggiare e sanzionare tutti i comportamenti aggressivi nei confronti del personale e degli utenti, vista l'escalation di violenze ai danni del personale della mobilità negli ultimi giorni".