Sabato 04 Dicembre 2021 - 12:25

Autostrade, Fit-Cisl: firmato accordo Smart working con diritto alla disconnessione

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Autostrade, Fit-Cisl: firmato accordo Smart working con diritto alla disconnessione
Comunicati Stampa - Autostrade, Fit-Cisl: firmato accordo Smart working con diritto alla disconnessione

16 Novembre 2021

“Da oggi, in via sperimentale per il periodo di emergenza sanitaria, circa il 50% delle 5mila persone che lavorano in Autostrade per l’Italia, potrà usufruire di nuovi strumenti di flessibilità sia rispetto alla prestazione di lavoro sia rispetto al luogo di esecuzione. Sarà così possibile, in un momento di grande incertezza come quello che stiamo vivendo, meglio conciliare i tempi di lavoro con quelli personali”. Ne dà notizia la Fit-Cisl, che prosegue: “Questo accordo è frutto dell’esperienza maturata durante il periodo di lockdown, e quindi di maggior ricorso allo smart working, e introduce rimedi e correttivi alle criticità rilevate nel corso della prima fase di applicazione massiccia dell’istituto contrattuale. Le modalità di esecuzione e l’organizzazione della prestazione, dal momento in cui vengono garantite da remoto, sono affidate direttamente alla singola lavoratrice e al singolo lavoratore. In tal modo ciascuno potrà stabilire in che momento collocare le proprie pause nell’arco della prestazione, usufruendo in tali circostanze, conseguentemente, del diritto a 4 ore di disconnessione complessive e non cumulabili. Parimenti, dal termine della prestazione giornaliera e fino all’inizio della prestazione successiva il periodo di riposo giornaliero coinciderà con la fascia di disconnessione”.

“Ora – continua la Federazione dei trasporti della Cisl – vigileremo perché l’accordo sia applicato cum grano salis, cioè non costringendo le persone a scegliere in modo manicheo tra smart working e presenza in ufficio, ma adattando questo strumento alle reali esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori così come dell’azienda”.Conclude la Fit-Cisl: “Questo accordo, i cui effetti saranno positivi sia per le persone che per Aspi, nelle nostre intenzioni deve essere un passaggio intermedio verso un sistema di relazioni sindacali più mature e più efficaci, che hanno come unico sbocco possibile la costituzione di una sede bilaterale di partecipazione. La chiediamo da tempo, in Aspi come in altre aziende dei trasporti, perché l’abbiamo sperimentata in realtà come Ferrovie dello Stato ed Enav dove ha dato ottimi risultati. Siamo certi che Aspi saprà cogliere, in tempi rapidi, il valore della nostra proposta”.

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]