Sabato 25 Giugno 2022 - 14:30

Autostrade, Pellecchia: Protocollo sicurezza con Aspi modello da esportare

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Autostrade, Pellecchia: Protocollo sicurezza con Aspi modello da esportare
Comunicati Stampa - Autostrade, Pellecchia: Protocollo sicurezza con Aspi modello da esportare

9 Marzo 2022

“Un modello da esportare”. Così Salvatore Pellecchia, Segretario generale della FIT-CISL, definisce il protocollo di filiera sulla sicurezza firmato con Autostrade per l’Italia, nell’illustrarlo durante la riunione dei Segretari generali regionali della FIT-CISL.

“Il protocollo sottoscritto alla presenza del ministro Orlando introduce una serie di misure – prosegue Pellecchia – la più innovativa delle quali è la Stop Work Authority, cioè l’autorità per ogni lavoratore o lavoratrice, indipendentemente dalla propria posizione, autorità o ruolo, non solo di Aspi ma di tutta la filiera di interrompere il proprio lavoro quando questo potrebbe presentare rischi per la sicurezza. Si tratta di una novità assoluta per l’Italia.

Il protocollo prevede anche la costituzione di Comitato strategico della Sicurezza, composto da parti sociali e azienda, per lo sviluppo di progetti volti al continuo miglioramento in materia di sicurezza. Viene costituito inoltre un Comitato Tecnico Scientifico composto dall’azienda, esponenti del mondo accademico e da esperti di sicurezza sul lavoro, con l’obiettivo di definire in maniera coerente quanto stabilito dal Comitato di Indirizzo strategico sulla sicurezza sui programmi, sulle attività e i contenuti della Safety Academy di Aspi, che mira a formare i soggetti della filiera e favorire la prevenzione nel campo della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per le imprese affidatarie/esecutrici di lavori, forniture o servizi di Autostrade”.

Aggiunge Maurizio Diamante, Segretario nazionale della FIT-CISL: “Nell’intesa è prevista inoltre l’organizzazione periodica di Safety walks, ovvero visite del management aziendale presso i cantieri finalizzate all’osservazione e all’ascolto delle lavoratrici e dei lavoratori nell’ottica di promuovere comportamenti virtuosi, di Safety meetings, cioè incontri periodici su alcuni aspetti chiave in materia di sicurezza, rilevanti per la programmazione giornaliera o settimanale delle attività, nonché sessioni periodiche di condivisione di dati, anche grazie a strumenti digitali e web based, utili a prevenire incidenti nei cantieri”.

Conclude il Segretario generale della FIT-CISL Salvatore Pellecchia: “La firma di questo protocollo giunge al culmine di un lungo lavoro che, come sindacato, abbiamo fatto sul tema della sicurezza e che ha incluso iniziative di vario tipo, tra cui una campagna nazionale che ha coinvolto direttamente le aziende dei trasporti. Il documento firmato oggi è per noi anche un punto di partenza e non solo perché, come è previsto dal protocollo stesso, vigileremo sulla sua corretta applicazione, ma anche perché vogliamo che sia adottato anche da altre aziende dei trasporti. Per noi incidenti zero e basta morti sul lavoro non sono slogan utopistici, ma progetti concreti ai quali stiamo lavorando ogni giorno con il massimo impegno”.

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]