Mercoledì 19 Gennaio 2022 - 04:53

Trasporti, Pellecchia: Servono misure efficaci per contrastare aggressioni a personale

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / Trasporti, Pellecchia: Servono misure efficaci per contrastare aggressioni a personale
Comunicati Stampa - Trasporti, Pellecchia: Servono misure efficaci per contrastare aggressioni a personale

6 Gennaio 2022

“Abbiamo chiesto, in via preliminare, di allargare il confronto attraverso il coinvolgimento dei Ministeri competenti, delle Regioni e delle Associazioni datoriali per contrastare il fenomeno delle aggressioni ai danni delle lavoratrici e dei lavoratori dei trasporti. Fenomeno che si è aggravato ora che questi lavoratori sono tenuti a svolgere anche i controlli anti-Covid”. È quanto dichiara Salvatore Pellecchia, a seguito dell’incontro svoltosi ieri tra le organizzazioni sindacali dei trasporti e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per individuare le misure più idonee atte a contrastare le aggressioni ai danni delle lavoratrici e dei lavoratori dei trasporti.“Al tempo stesso – prosegue Pellecchia - abbiamo chiesto: un aggiornamento del Dpr 753/80; che le aziende si costituiscano parte civile tutte le volte che un dipendente subisce un’aggressione; il rafforzamento dello status giuridico del personale di front line prevedendo delle aggravanti di pena per questo tipo di aggressioni; un aggiornamento dell’allegato 14 che stabilisce le norme comportamentali del personale in tutti i settori dei trasporti; una formazione specifica per la prevenzione delle situazioni di rischio; la costituzione o il rafforzamento di strutture di protezione aziendale.

Abbiamo inoltre ribadito che i controlli relativi alle mascherine Ffp2 e al green pass vanno fatti a terra o in salita coadiuvati dalle forze dell’ordine.

Spiega il Segretario generale della Fit-Cisl: “A fronte dell’impegno dei rappresentanti del Mims a proseguire il confronto con la partecipazione di tutti gli stakeholder, invieremo un documento di proposta affinché lo stesso Ministero possa attivare in tempi rapidi l’incontro con tutte le parti interessate. Abbiamo infine sottolineato che sul tema ci deve essere continuità di confronto e, soprattutto, di azione”.

Conclude Pellecchia: “Nelle more del confronto, preso atto della mancanza di sensibilità da parte di diverse aziende, verificheremo con i nostri uffici legali la possibilità di agire nei confronti delle predette aziende per inosservanza delle vigenti disposizioni di legge in materia di misure che, secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro. Invitiamo pertanto tutte le lavoratrici e i lavoratori che subiscono un’aggressione a segnalarlo alla Fit-Cisl attraverso i rappresentanti sindacali di impianto o direttamente alle Segreterie regionali Fit-Cisl”.

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]