Sabato 04 Dicembre 2021 - 12:56

Incidenti Tir su A2: Sindacati, ritmi di lavoro aumentano morti conducenti mezzi pesanti

Documenti

Documenti / Incidenti Tir su A2: Sindacati, ritmi di lavoro aumentano morti conducenti mezzi pesanti
Documenti - Incidenti Tir su A2: Sindacati, ritmi di lavoro aumentano morti conducenti mezzi pesanti

1 Luglio 2021

"Non è accettabile che si continui a morire di lavoro in questo inizio d'estate 2021 dove si comincia ad intravedere l'uscita dal tunnel della pandemia e la crescita dell'economia". Ad affermarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, a seguito del nuovo incidente mortale capitato oggi ad conducente di mezzo pesante sull'A2, aggiungendo che "le morti sul lavoro di autotrasportatori sono sempre più numerosi e deve essere chiaro che questi incidenti stradali sono incidenti sul lavoro".

Secondo le organizzazioni sindacali "è necessario da subito una diversa attenzione delle istituzioni sulla sicurezza. Oggi i camionisti sono sottoposti ad una pressione e ritmi di lavoro inenarrabili e per questo bisogna intensificare i controlli da parte delle forze di polizia. Sono lavoratori altamente professionali e non si può chiedere loro di violare palesemente le regole sui riposi, la pause e le ore di guida e ne sottoporli di fatto a stress psicologico inusitato, con il ricatto del lavoro e comprimendo i salari".

"C'è un tema - proseguono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - che riguarda la velocità  di una logistica sempre più frenetica, che deve essere affrontato anche con le imprese committenti. Questi ritmi aumentano significativamente le morti sul lavoro. Al Ministero del Lavoro porteremo in discussione questi temi che dovranno avere la priorità  per la sicurezza del lavoro e la sicurezza stradale".

Login

Effettua il login con le tue credenziali per accedere a tutti i contenuti pubblicati sul sito.
Hai dimenticato la password?

Newsletter

Inserisci i tuoi dati per iscriverti alla newsletter di FIT-CISL.

Chi siamo e cosa facciamo dei tuoi dati personali? Il Titolare del trattamento e' FIT CISL, con sede in Via Antonio Musa, 4, 00161 Roma (RM), tutela la riservatezza dei tuoi dati personali e garantisce ad essi la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione. Il Titolare ha nominato un Data Protection Officer (DPO) che puoi contattare se hai domande sulle policy e le prassi adottate. I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati sono i seguenti: Protection Trade S.r.l. via G. Morandi 22 Itri 04022 Itri (LT), mail [email protected]